Ultim’ora: Commercio delle armi, legge 185, un primo risultato lo abbiamo raggiunto

Martedì 23 novembre – Dopo la denuncia della Rete Italiana Disarmo e della Tavola della pace e l’iniziativa di alcuni senatori (Silvana Amati, Roberto Di Giovan Paolo, Gian Piero Scanu), questo pomeriggio la Commissione Politiche dell’Unione Europea del Senato ha deciso di rinviare il voto sulla legge che delegherebbe il Governo a modificare la legge 185/90 sul commercio delle armi.

“E’ un primo risultato importante della nostra mobilitazione, hanno dichiarato Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della pace e Francesco Vignarca, coordinatore della Rete Italiana Disarmo. Questo rinvio ci dà nuovo tempo per accrescere la pressione sui senatori, per bocciare la legge delega e per spiegare a tutti, cittadini e parlamentari, l’assurda pretesa del Governo. Ci sono già troppe armi in giro per il mondo. Se dobbiamo modificare la legge, dobbiamo aumentare i controlli e la trasparenza e non ridurli. E questo lo può fare solo il Parlamento”.

In allegato il comunicato stampa sulla ragione della campagna e l’appello Fermiamo i mercanti di armi: giù le mani dalla legge 185.

25/11/2010

Materiale disponibile:

comunicato stampa campagna

appello Fermiamo i  mercanti di armi

Condivido sui social media!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *