I rappresentanti della comunità di pace di San José de Apartadò (Colombia) in Italia

San José de Apartadò è una comunità di contadini e famiglie che resistono in modo nonviolento allo sfollamento forzato perpetrato dai diversi gruppi armati presenti nella zona. L’a rete italiana accompagna questo processo da quasi undici anni.

In collaborazione con Operazione Colomba que accompagna da quasi due anni questa esperienza, sei incontri pubblici in Italia
per condividere le Testimonianze di resistenza nonviolenta dal conflitto armato colombiano:

Geografia della speranza
Narni, Fidenza e Roma
per conoscere i detagli della agenda
http://www.reteitaliana-colombiavive.org/sensibilizzazione.htm

Queremos vivir
San Marino (Serravalle), Rimini e Padova.
Per maggiori informazioni e dettagli sugli incontri: www.operazionecolomba.it

Al link http://www.reteitaliana-colombiavive.org/comunita/san%20jose/sanjose.htm potete trovare anche il calendario completo con tutti gli incontri che svolgeranno Jesus Emilio e Noelia in Italia, e approfondimentii sulla cominitá in italiano

La Comunità di Pace di San José de Apartadò si trova nel Municipio di Apartadó, dipartimento di Antioquia, nord ovest della Colombia.

Attualmente il conflitto armato vede contrapporsi la guerriglia (soprattutto delle FARC), le Forze Armate Colombiane ed i gruppi paramilitari: i civili sono sfruttati come risorsa o eliminati.

Ci sono oltre 4 milioni di sfollati “non perché c’è un conflitto, ma c’è un conflitto perché ci siano dei profughi” come dice un noto attivista per i diritti umani colombiano: le zone da dove la gente fugge sono le aree in assoluto con più risorse nel Paese: minerarie, agroalimentari e grandi bacini di acqua dolce; strategica è poi la posizione geografica: corridoio per Panama per i traffici illeciti.

Tutti i gruppi armati, attraverso la violenza, vogliono controllare la terra e le sue ricchezze.

Con l’aiuto della Chiesa Cattolica e di alcune ONG, i contadini indigeni del territorio hanno sviluppato nel tempo una strategia di neutralità e nonviolenza al fine di difendere la propria vita ed il proprio territorio.

E’ così che nel marzo 1997 nasce la Comunità di Pace di San José de Apartadò, composta da circa 1500 persone che si impegnano a: non partecipare alla guerra in modo diretto o indiretto; non detenere armi di nessun tipo; astenersi dal dare appoggio alle parti in conflitto; non chiedere aiuto a persone armate per risolvere problemi personali o familiari; non manipolare né dare informazioni a nessuna delle parti in lotta; impegnarsi a partecipare ai lavori comunitari; non accettare ingiustizia e impunità rispetto a quello che succede.

I volontari dell’Operazione Colomba condividono con la popolazione locale le condizioni di povertà ed i rischi quotidiani; contribuiscono a ridurre la violenza e lo sfollamento forzato accompagnando nel rientro le persone costrette a fuggire, proteggendo i leader e i membri della Comunità di Pace, permettendo loro di portare avanti le attività quotidiane

30/11/2010

Materiale disponibile:

invito roma

Condivido sui social media!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *