Mettere fine alla corruzione che regna in Iraq: la dichiarazione dell’ Iniziativa di Solidarietà con la Società Civile Irachena (ICSS)

L’Iniziativa di Solidarietà con la Società Civile Irachena (ICSS) ha presento il 7 aprile scorso la dichiarazione Day of Rage a sostegno e difesa del diritto dei cittadin iracheni a continuare le proteste non violente per la fine del regime di corruzione e inefficienza che regnano nel paese.   L’inizio delle proteste è stato il 25 febbraio: a differenza di altri paesi quali la Tunisia e l’Egitto, i dimostanti in Iraq non chiedono di rovesciare il governo, bensì riforme radicali ed efficaci.

Tra le organizzazioni che hanno sottoscritto la Dichiarazione riportata in allegato anche Arci Cultura e Sviluppo, Arci e ICS.


L’Iniziativa di Solidarietà con la Società Civile Irachena (ICSS) è nata nel 2002 da un’iniziativa di Alternatives Canada e associazioni irachene. Dal 2008, l’Iniziativa vede la partecipazione anche di IPAM (Initiative pour un Autre Monde) con un progetto biennale realizzato in partenariato con IDFN (Iraqi Democratic Future Network).

Nel 2009 si è tenuta a Velletri la prima conferenza dell’ICSS e dal 6 all’11 dicembre 2010, a Parigi, la seconda conferenza.

Per saperne di più sull’Iniziativa di Solidarietà con la Società Civile visitate il sito :  http://icssi08.ning.com

ICSS Statement 7th April 2011

Condivido sui social media!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *