Coordinamento 2 Aprile: il nostro ‘intervento umanitario’: la mobilitazione per cambiare le politiche italiane ed europee

Coordinamento 2 Aprile. L’unica risposta che il Governo Italiano sta dando alle rivolte nel mondo arabo, dopo aver sostenuto fino all’ultimo minuto i dittatori, sono le bombe sulla Libia. In Parlamento si mercanteggia la partecipazione alla guerra con il blocco navale contro i migranti. La Commissione Europea si appresta il 24 maggio ad approvare un testo sulla nuova situazione nel Mediterraneo che rafforza la chiusura delle frontiere e la militarizzazione del Mediterraneo. Nello stesso testo, la Commissione condiziona ancora una volta le relazioni con la sponda sud all’imposizione ai paesi della sponda sud del libero mercato, delle privatizzazioni, della distruzione dei servizi pubblici.

TUTTO QUESTO E’ VERGOGNOSO E INACCETTABILE

Il vento di democrazia che viene dalle rivoluzioni e le rivolte dei giovani in tutto il Maghreb- Mashrek chiede un cambiamento radicale delle relazioni nel Mediterraneo. Migliaia di persone, attivisti di organizzazioni sociali, associazioni, sindacati, movimenti, reti giovanili e studentesche, gruppi antirazzisti e pacifisti sono per questo impegnati quotidianamente. Con l’iniziativa politica, l’attività di denuncia e controinformazione, la solidarietà concreta ci battiamo per:

LA FINE DEI BOMBARDAMENTI E IL CESSATE IL FUOCO IN LIBIA per una soluzione politica alla crisi libica, per la protezione delle popolazioni civili, per i corridoi umanitari.

SOSTENERE LE NUOVE DEMOCRAZIE NEL MAGHREB, per la fine delle politiche neocoloniali, per l’annullamento del debito estero, per un piano a sostegno di una economia sana, non dipendente, sostenibile

LA LIBERTÁ DI MOVIMENTO NEL MEDITERRANEO,  contro respingimenti rimpatri forzati dei migranti, per la libera circolazione nel Mediterraneo, per la libertà, l’accoglienza e i diritti dei migranti e dei rifugiati

FERMARE LA REPRESSIONE IN SIRIA E IN TUTTI GLI ALTRI PAESI dove i regimi continuano a sparare sulle manifestazioni pacifiche e ad arrestare centinaia di attivisti

RAFFORZARE LA LOTTA CONTRO L’INGIUSTIZIA IN TUTTO IL MEDITERRANEO aumentando la relazione, l’interscambio, la solidarietà, la comunicazione con gli attori delle rivolte e delle rivoluzioni della riva sud.

LIBERARE GAZA DALL’ASSEDIO E LA FINE DELL’OCCUPAZIONE IN PALESTINA, con Vittorio Arrigoni e il suo “restiamo umani” nel cuore

Fra le tante iniziative promosse in tutta Italia dagli aderenti al Coordinamento2aprile ne segnaliamo alcune previste da qui a fine maggio verso il 2 giugno, Festa della Repubblica – e per noi giornata contro la guerra:

Giovedi e venerdi 12-13 a Roma happening euro mediterraneo all’Università La Sapienza

Giovedi 12 ore 12.00 a Roma sit in sotto l’ambasciata siriana, nell’ambito dell’happening euromed

Sabato 14 ore 14.30 Roma manifestazione contro l’assedio di Gaza

11-18 aprile partenza di CORUM-convoglio restiamo umani per Gaza

25 maggio Roma incontro Appello per una rinnovata politica europea per Maghreb e migranti

Fine maggio partenza della Freedom Flotilla per Gaza

Su http://coordinamento2aprile.blogspot.com prossimamente la lista completa di iniziative e mobilitazioni

Condivido sui social media!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *