Yemen, attentato: Ansar A-Sharia porta guerra a Sanaa

Articolo tratto da Nena News

L’attacco che ha provocato 96 morti è avvenuto a poca distanza dal palazzo presidenziale di Abd Rabbo Mansour Hadi, subentrato ad Ali Abdallah Saleh. Nel 22mo anniversario dell’unificazione dello Yemen

Roma, 22 maggio 2012, Nena News – Un attentato suicida, ieri, ha provocato 96 morti e circa 300 feriti a Sanaa, capitale dello Yemen. Un kamikaze con un’uniforme militare si è fatto saltare in aria tra un gruppo di soldati che si preparava per la parata di oggi, 22mo anniversario dell’unificazione dello Yemen. La potente esplosione si è prodotta davanti alla tribuna d’onore, destinata alle personalità politiche quali il ministro della difesa, Mohamed Nasser Ahmed e il capo di stato maggiore, il generale Ahmed Ali alAchoual, presenti alla parata, ma sfuggiti all’attentato. L’attacco si è prodotto a poca distanza dal palazzo presidenziale di Abd Rabbo Mansour Hadi, subentrato ad Ali Abdallah Saleh dallo scorso febbraio. La maggior parte delle vittime – ufficiali e soldati – appartiene alle unità della sicurezza centrale, un corpo dell’esercito diretto da un nipote dell’expresidente, il generale Yahia Mohamed Aballah Saleh. «l’attacco è stato una risposta ai crimini della sicurezza yemenita contro il nostro popolo da quando è iniziata la rivoluzione contro Ali Abdullah Saleh», ha dichiarato il gruppo Ansar al-Sharia, che fa capo ad al-Qaeda, con un messaggio diffuso nei forum jihadisti in rete.

Condivido sui social media!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *