Consorzio Zambézia in viaggio in Mozambico

E’ durata circa 10 giorni la missione congiunta in Mozambico di ARCS, Iscos E.R., Nexus E.R., Mani Tese e i partner locali NAFEZA e il Nucleo provinciale dei contadini della Zambézia. La delegazione del Consorzio Zambézia ha visitato i distretti della Regione nei quali da qualche anno sta realizzando diverse attività: Quelimane, Nicoadala, Namacurra, Mopeia e Morrumbala.

E’ stato il primo viaggio del Consorzio Zambézia, che ha consacrato e rafforzato la cooperazione tra le organizzazioni italiane e mozambicane. Il Consorzio implementa attività su diversi temi, dai diritti delle donne e dei contadini al rafforzamento dell’associativismo e del lavoro di gruppo, dall’agricoltura ad attività generatrici di reddito e al credito rotativo.

E’ stato un gruppo variegato quello che con uno chapa ha attraversato la Zambézia sud occidentale, fermandosi a discutere con le associazioni di contadini e di donne, approfondendo la conoscenza reciproca, le attività e osservandone le criticità. Con ogni Unione Distrettuale dei contadini si è rafforzata la collaborazione che era attiva su alcuni settori e che continuerà con specifiche attività, grazie al progetto appena partito co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna e di cui ARCS è capofila per il Consorzio.

Il progetto, infatti, intende rafforzare le Unioni Distrettuali di contadini e la loro capacità di agire come rete con le associazioni sparse nelle aree rurali. Alcune di queste, infatti, sono molto riconosciute e hanno una capillare capacità di azione, altre sono di recente costituzione o addirittura ancora non legalizzate con debolezze strutturali e comunicative. Trasversalmente a tutte le attività continuerà il sostegno alla promozione dei diritti delle donne attraverso la rete NAFEZA (Nucleo delle associazioni femminili della Zambézia).

L’obiettivo generale di migliorare le condizioni di vita della popolazione rurale dei distretti, sarà portato avanti attraverso la realizzazione di attività generatrici di reddito e di sostegno al credito rotativo soprattutto per le donne e i giovani. Accanto a queste attività, realizzate attraverso la formazione di membri e attivisti delle associazioni, continua il lavoro di sensibilizzazione sui diritti delle donne e di contrasto all’HIV attraverso l’uso di forme alternative di comunicazione: quest’anno ritorna il sostegno al teatro comunitario come forma di coinvolgimento attivo dei giovani nella preparazione e repliche degli spettacoli, e di tutta la comunità come protagonista di un momento interattivo che propone ai soggetti di partecipare e di agire in prima persona.

Un’ altra delle attività di progetto è già in fase di preparazione da mesi: il campo di lavoro e turismo responsabile! Nove partecipanti quest’anno, sullo stesso chapa, il 20 agosto partiranno con tante energie e motivazioni diverse che già stanno mettendo in circolo durante la fase preliminare di preparazione e formazione in Italia…. I ragazzi, dopo un viaggio che attraverserà il Mozambico dal sud (Maputo) fino al centro –nord (Morrumbala) scopriranno alcune attività artigianali locali e scambieranno conoscenze ed energie con i ragazzi mozambicani…buon viaggio ragazzi!

Condivido sui social media!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *