Semina il cambiamento: al via una campagna per l’agricoltura contadina.

agricoltura_copertinadi Monica Di Sisto

Tre quarti dei poveri nel mondo vivono in aree rurali e la stragrande maggioranza di loro dipende dall’agricoltura per guadagnarsi da vivere, o anche solo sopravvivere. L’agricoltura contadina, fatta di 500 milioni di piccoli produttori, con appezzamenti di terra inferiori ai 2 ettari, fornisce da mangiare ad almeno 2 miliardi di persone nel mondo, circa un terzo dell’umanità. Eppure sono proprio questi produttori a essere i più esposti all’insicurezza alimentare, a causa della mancanza di accesso a mercati, terra, finanza, infrastrutture e tecnologie, problema invece sconosciuto alle imprese agricole di grandi dimensioni.

La campagna Semina il Cambiamento (il sito è in costruzione), promossa da Arcs insieme a Oxfam Italia, Slow Food e Cespi, prova a valorizzare l’agricoltura contadina come spina dorsale del sistema alimentare globale. Come attivarsi? Sul sito della campagna i cittadini possono informarsi sulle agricolture contadine e attivarsi in prima persona, compiendo scelte di acquisto e consumo consapevoli e sostenendo la petizione su Change.org promossa da una rete di piccoli produttori e di associazioni che chiede una legge quadro in Italia a sostegno delle agricolture contadine. “In molte città italiane – aggiunge Silvia Stilli, direttrice di Arcs – sarà possibile partecipare ad iniziative, che verranno segnalate via via sul sito della Campagna e sul nostro – in cui conoscere quelle esperienze che stanno già seminando il cambiamento nei territori, e che magari non conosciamo anche se lo fanno molto vicino a noi”.

Condivido sui social media!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *