Santa Fè: la bandiera Arci sventola a Cuba

copertina_santafeÈ stata una vera festa della comunità quella che si è svolta tra il 13 e il 17 maggio a Santa Fè, località costiera della periferia de la Habana che sanciva il termine ufficiale del progetto che Arci, in collaborazione con l’Associazione Hermanos Saiz e le istituzioni culturali locali, ha realizzato nel corso degli ultimi tre anni.

“Santa fè, A mover la Cultura”, è stato lo slogan di questa settimana che ha preso il via il 13 maggio con l’inaugurazione della mostra fotografica “El campo y la Cidad” con una selezioni di 40 scatti dei partecipanti ai due work shop di fotografia sociale realizzati nel 2014 e 2015 a cui hanno partecipato anche fotografi locali. Sono immagini che cercano di mostrare Cuba e i cubani attraverso un lavoro di ricerca e comparazione della realtà di coloro che vivono in una città internazionale e ricca di offerte con la Havana con coloro che vivono nelle periferie o nel lontano e tranquillo mondo rurale e che molto è stata apprezzata dai visitatori.

Il giovedì è stata la volta dei vecchietti del “Circolo de los Abuelos” che, oltre mostrare il lavoro della propria arte, si sono scatenati in canti e balli che hanno coinvolto tutti i presenti. Nel primo pomeriggio l’attività si è spostata nelle 4 scuole primarie della comunità in ognuna delle quali, sono state realizzate performance nelle diverse manifestazioni artistiche, ballo, musica, teatro, arte plastica, con la partecipazione di tutti gli studenti.

Il venerdì il cine-teatro Oasis ha visto il pienone per assistere al concerto del giovane trovatore Adrian Berasai che in due ore ha animato i circa 300 presenti che per dimostrare il proprio apprezzamento hanno accompagnato il cantante per tutta la durata del concerto con applausi, canti e balli.

Il sabato è stata la volta dell’attività clou, il carnavalito, che ha portato in strada circa 3000 persone ad assistere alla sfilata dei vari gruppi di bambini con le performance a tema con l’estate mentre alla notte, 3 giovani Dj della AHS hanno fatto ballare piu di 2000 persona al ritmo della musica elettronica con un evento che non si era mai avuto in questa comunità.

Alla domenica, anche se stanchi della festa del sabato, ci si è di nuovi riuniti tutti al Cine-teatro Oasis per festeggiare la chiusura del progetto. È stato il momento dei ringraziamenti e dei saluti. E’stato mostrato un video realizzato da giovani artisti della AHS che attraverso interviste e immagini ha mostrato i momenti salienti del progetto dai sui inizi ad oggi. Con la presenza della rappresentante della Delegazione della Unione Europa a Cuba sono stati premiati i 20 bambini che si sono distinti nelle diverse attività artistiche e sono infine stati consegnati i riconoscimenti tanto agli operatori della Casa Cultura di Santa Fe, tra i principali protagonisti del progetto, che alle istituzioni che hanno reso possibile la sua realizzazione prima di chiudere con uno spettacolo infantile.

La festa ha chiuso un ciclo ma tutti sono consapevoli che se ne apre un altro dove ARCI, che ha lanciato una campagna di raccolta fondi per dare continuità alle attività, vuole essere protagonista.

Condivido sui social media!