Realizzata in Giordania la formazione su libertà d’associazione nell’ambito del progetto SOLIDAR MENA

copertina_workshop_giordaniaVenti giovani rappresentati della società civile giordana hanno partecipato, sabato 6 giugno ad Amman, al seminario “Freedom of Association and its Role in Enabling Youth to Access their Rights”.  L’evento é stato organizzato dal partner locale East and We Center con il sostengo di ARCS nell’ambito del progetto co-finanziato dalla Commissione Europea “Decent Work, Social Justice and Freedom of Association in The Middle East and North Africa”, di cui SOLIDAR è capofila.

Il progetto, iniziato a gennaio 2015, ha una durata di quattro anni e coinvolge 21 partner provenienti da 11 paesi differenti (Egitto, Libano, Giordania, Palestina, Tunisia, Marocco, Belgio, Francia, Italia e Spagna).

L’obiettivo è quello di rafforzare il ruolo delle associazioni, dei movimenti sociali e dei sindacati indipendenti della riva sud del Mediterraneo nel promuovere riforme e cambiamenti democratici nei loro paesi e di stimolare la partecipazione della società civile nei processi decisionali locali, regionali ed europei.

Scopo della formazione é stato quello di rafforzare le competenze delle associazioni giordane sul tema della libertà d’associazione, intesa in particolare come diritto che consente ai giovani di accedere ai propri diritti sociali, economici e culturali (ESCRs), e di riflettere su possibili modalità di dialogo con le istituzioni locali.

Queste formazioni, che prevedono anche un training su “Social Policy Making” verranno replicate ogni anno in tutti i paesi coinvolti e costituiranno la base per attività quali scambi di buone pratiche, gruppi di lavoro tematici, monitoraggi e missioni ad hoc presso le istituzioni sia a livello regionale che globale.

Condivido sui social media!