Solidarity Festival: incontro In Libano

Si è svolta a Jezzine, nel sud del Libano, una riunione preliminare per l’organizzazione del Solidarity Festival previsto per il prossimo anno nel Paese dei cedri, proprio nel villaggio di Jezzine. Hanno partecipato all’incontro il referente di Development for People and Nature Association (DPNA), che sarà l’organizzazione ospitante e alcuni membri  di Secours Populaire di Parigi, Rennes e Marsiglia, insieme al rappresentante di ARCS, uno dei partner europei presenti in loco.

Durante l’incontro sono state definite le tempistiche e le tematiche sulle quali si discuterà durante il Solidarity Festival. In dettaglio, ci saranno all’incirca 170 partecipanti, dai 19 ai 25 anni, di cui 50 dei Paesi del Mediterraneo, sponda nord e sud, e 20 provenienti dalla Francia. Il Festival durerà in totale 6 giorni, dal 7 all’11 settembre 2016 e tre saranno i giorni di lavoro in cui i ragazzi, divisi in gruppi, rifletteranno e analizzeranno insieme alcune tematiche trasversali sia per l’Europa che per i Paesi della sponda sud del Mediterraneo.

In particolare, sei saranno gli workshops:

  1. accesso al lavoro
  2. volontariato
  3. ambiente
  4. accesso all’educazione
  5. immigrazione
  6. rifugiati.

Prima dell’inizio dei tre giorni d’intenso lavoro, i ragazzi europei si immergeranno nella conoscenza del Libano attraverso delle specifiche sessioni informative e visite guidate ad hoc per meglio cogliere la varie sfaccettature del contesto libanese, come la visita ad un campo profughi che accoglie rifugiati siriani o le attività di un Community Center per giovani gestito dal partner locale DPNA in Jezzine.

Il prossimo appuntamento sarà a Marsiglia nel mese di novembre dove i vari partners di Secours Populaire si incontreranno e avranno modo di confrontarsi a loro volta sull’organizzazione del Solidarity Festival.

Adesso la priorità è quella di pianificare incontri con fondazioni private, ambasciate o, perché no, creare campagne di crowdfunding per trovare i finanziamenti che permetterano di realizzare il Festival.

Condivido sui social media!