A breve la seconda riunione del Consiglio nazionale per la Cooperazione – @bandiong

da info-cooperazione.it

E’ fissata per il prossimo 9 dicembre a Roma la seconda riunione del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo, organo istituito dalla legge 125/2014 che ha riformato il sistema della Cooperazione italiana. Il Consiglio è composto da rappresentanti dei principali soggetti pubblici e privati, profit e non profit, del sistema di cooperazione italiana allo sviluppo, ha il compito di favorire la reciproca conoscenza e la formazione di partenariati, nonché di esprimere pareri sulle materie attinenti la cooperazione allo sviluppo ed in particolare sulla coerenza delle scelte politiche, sulle strategie, sulle linee di indirizzo, sulla programmazione, sulle forme di intervento e sulla loro efficacia.

Questo secondo incontro sarà focalizzato sull’istituzione dei gruppi di lavoro tematici. Ad oggi sembra emergere una convergenza a favore dell’istituzione di tre gruppi di lavoro: il primo sulla Coerenza delle politiche, efficacia e valutazione, un secondo sulle Strategie e programmazione nel quadro dell’Agenda 2030 dello sviluppo sostenibile e un terzo sul Ruolo del settore privato nella cooperazione. Alcuni membri del CNCS hanno inoltre chiesto l’istituzione di un gruppo di lavoro su “migrazioni e sviluppo”, tema di forte attualità internazionale nonché priorità del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio UE (luglio-dicembre 2014).
La partecipazione ai gruppi sarà aperta a tutti i membri del CNCS, ogni gruppo potrà valutare la possibilità di consentire ai membri di essere accompagnati da esperti o di invitare personalità esterne.

l MAECI relazionerà anche sullo stato della riforma della Cooperazione e sull’avvio dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo, che ha visto pochi giorni fa la nomina del direttore nella persona di Laura Frigenti. Non è chiaro se la Dott.ssa Frigenti parteciperà o meno a questa riunione del CNCS.

L’incontro sarà presieduto dal Ministro degli Esteri e della Cooperazione Paolo Gentiloni ma con tutta probabilità continuerà a essere assente il Vice Ministro con delega alla cooperazione, non ancora nominato dopo le dimissioni di Lapo Pistelli.

Condivido sui social media!