Delegazione dal Camerun in Italia

Dal 24 al 31 luglio accompagneremo una delegazione di nostri colleghi dal Camerun per una visita studio nell’ambito del progetto di “Rafforzamento delle capacità di autogestione dei processi di sviluppo a livello locale”, iniziativa cofinanziata da MAECI, UE, Regione Marche, Tavola Valdese e che ha visto il contributo anche di tanti privati.

Nel villaggio di Bankondji abbiamo ristrutturato e ampliato una rete idrica che oggi fornisce acqua potabile a 5.000 persone, che, fino a poco tempo fa, non avevano ancora avuto accesso a questa risorsa fondamentale per la vita. Il progetto ha inoltre supportato e animato la creazione di un comitato locale di gestione dell’acqua potabile, il CEPOBANK, e ha sviluppato un’importante collaborazione con il CIRPS sia in Italia che sul campo, oltre a coinvolgere in maniera attiva la diaspora camerunese in Italia.

La delegazione dal Camerun coinvolge tre rappresentanti del CEPOBANK, in particolare il Sig. Etienne NGALEU, presidente, e i sig.ri André MOUSSI e Jean Marie WANSI, tecnici idraulici incaricati della manutenzione della rete idrica di Bankondji, formati durante il nostro progetto iniziato nell’ottobre 2012 e che si concluderà entro novembre 2016.

Questa attività è finalizzata alla presa di contatto diretta con esperienze e buone prassi italiane che risultino formative per i nostri colleghi camerunesi, e che trovino poi applicazione nel loro lavoro quotidiano di gestione e manutenzione dell’impianto di Bankondji.

Per questo motivo, in collaborazione con la Water Right Foundation accompagneremo i nostri ospiti a visitare le installazioni gestite da Publiacqua a Firenze, un’eccellenza nel contesto italiano. Visiteremo inoltre esperienze più piccole, ma altrettanto significative, come gli acquedotti nei comuni di Vallerano, Subiaco e Marano Equo, nel Lazio, dove, insieme al CIRPS e all’associazione Tecnologie Solidali, saremo accolti dai sindaci e accompagnati dai tecnici del comune e delle municipalizzate in un percorso formativo volto a comprendere da un lato le metodologie di gestione amministrativa di un impianto di produzione e distribuzione di acqua potabile, e dall’altro a conoscere da vicino le tecniche di manutenzione di tali impianti

Condivido sui social media!