Aids – Medici senza frontiere: schizza prezzo nuovi farmaci, fuori portata – @MSF_ITALIA

da ansa

Nella diciottesima edizione del Rapporto sui prezzi dei farmaci per l’HIV ‘Districarsi tra i prezzi degli antiretrovirali’, Medici senza frontiere (Msf) denuncia che i prezzi dei vecchi farmaci per l’HIV ”stanno continuando a diminuire, mentre i prezzi dei farmaci piu’ recenti restano del tutto fuori portata. Un disequilibrio causato soprattutto dai monopoli delle corporazioni farmaceutiche, che impediscono la competizione dei farmaci generici e la conseguente diminuzione dei prezzi che potrebbe derivarne”.

Un fenomeno che si spiega anche per il ruolo giocato dall’India, il principale produttore al mondo di farmaci per l’HIV a prezzi accessibili: piu’ del 97% dei farmaci per l’HIV utilizzati da MSF nei propri progetti sono generici provenienti proprio dall’India. La legge indiana sui brevetti pone infatti dei criteri molto elevati per la concessione di un brevetto e questo consente una solida competizione tra i produttori di farmaci generici, che ha drasticamente abbassato i prezzi dei trattamenti per l’HIV del 99%, dai 10.000 dollari a persona ogni anno nel 2000 fino ai 100 dollari attuali. Ma l’India, afferma Msf, ”sta subendo enormi pressioni per alleggerire le proprie politiche sui brevetti sanitari”.

”L’India sta subendo un’enorme pressione per fermare la propria produzione di farmaci accessibili, che sono un’ancora di salvezza per milioni di persone non solo in India ma in tutto il mondo in via di sviluppo – afferma Vittoria Gherardi,  responsabile medico di MSF -. Se l’India non si oppone fermamente alle corporazioni farmaceutiche e ai governi, che stanno spingendo per cambiare le sue leggi e politiche sui brevetti, le persone in tutto il mondo dovranno affrontare in futuro una vera e propria crisi nell’accesso ai farmaci”

Condivido sui social media!