Siria, ong: 25 morti in un raid aereo vicino Aleppo, due sono bambini

da repubblica.it

È di 25 morti, 16 dei quali civili, compresi due bambini e 4 donne, il bilancio di un bombardamento nella provincia di Aleppo, sui sobborghi di Orm al-Kobra e Kafar Halab. Lo riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani. Molti i feriti.

Un’altra strage che arriva a poche ore dalla morte del fratellino di Omran, il bimbo salvato da un bombardamento di Aleppo i cui occhi imbambolati dallo shock hanno fatto il giro del mondo. E a pochi giorni dalla richiesta di una tregua di 48 ore da parte dell’inviato speciale dell’Onu Staffan de Mistura.

Aleppo è una città in ginocchio in cui si continua a combattere nonostante gli appelli di un cessate il fuoco per consentire ai convogli delle Nazioni Unite di entrare in città. In agosto, nessun aiuto umanitario è arrivato nelle zone assediate. Lo stesso de Mistura ha annunciato di avere sospeso l’attività della sua task force umanitaria spiegando che i combattimenti ostacolano gli aiuti.

Intanto un alto funzionario dei ribelli siriani ha riferito che centinaia di ribelli siriani si stanno preparando a lanciare nei prossimi giorni in Siria un’offensiva dal territorio turco per riprendere la città di Jarablus, in mano allo Stato islamico, che si trova vicino al confine turco. Si tratta di gruppi di ribelli che combattono sotto il cartello dell’Esercito siriano libero e sono sostenuti dalla Turchia.

Condivido sui social media!