Parti con noi come Facilitatore di pace! 

ARCS e ARCI sono alla ricerca di 4 volontari/e da inviare in Libano nell’ambito  del programma Corpi Civili di Pace. La partenza è prevista per settembre 2017. La scadenza delle iscrizioni è il 10 febbraio 2017.

Documenti utili:

Scarica il bando
allegato 2
allegato 3
Testo di Progetto
Criteri di Selezione

Le attività del progetto si realizzano nell’area di Beirut e del Monte Libano, che insieme rappresentano la seconda località per numero di profughi del Libano dopo la valle della Bekaa. L’importante afflusso di rifugiati siriani ha avuto un impatto significativo sui circa 2 milioni di libanesi e 59.000 rifugiati palestinesi che già vivevano nell’area prima della crisi, in particolare nelle zone suburbane di Beirut, dove vivono gran parte delle famiglie vulnerabili rifugiate e dove circa 280.000 famiglie libanesi vivono sotto la soglia di povertà.

Tra queste aree c’è Bourj Hammoud, quartiere a nord-est della capitale, con 150.000 abitanti su un’area di 2,5 Kmq, e uno dei suoi 7 principali distretti: Naba’a, area storicamente musulmana sciita e cristiana armena. Dalla fine della guerra del ’90, migranti asiatici e africani sono arrivati nel quartiere per lavorare nelle fabbriche di manufatti e nei laboratori artigianali: Naba’a è divenuto un melting pot culturale, religioso e politico.

Con l’aumento della popolazione (oltre il 40% dei migranti del distretto di Beirut) e l’arrivo di 16.000 rifugiati dalla Siria, si è consolidata una forte emarginazione sociale delle fasce più vulnerabili, alimentata da forti tensioni: minori affiliati alle baby gang del racket della droga e del commercio illegale; scarsa attenzione alla salute, in particolare quella riproduttiva; violenza di genere largamente diffusa; violenza, discriminazione, difficile accesso all’istruzione, ai servizi sociali e al lavoro per i giovani; alto rischio di radicalizzazione; mancanza di rappresentanza democratica per le fasce deboli.

In questo contesto, ARCS e ARCI sono state sollecitate dall’associazione locale Basmeh & Zeitooneh a costruire un progetto per favorire il rafforzamento sociale ed economico delle categorie più vulnerabili di Naba’a, in primo luogo bambini, adolescenti e giovani, attraverso l’apertura di un Community Center in grado di offrire servizi integrati per donne e bambini. Questo progetto vuol essere una risposta ‘endogena’ alla crisi con l’attivazione di esperienze di integrazione sociale, azione comunitaria e promozione di attività.

L’intervento dei volontari corpi civili di pace si inserisce quindi in tale cornice socio- culturale ed economica e vuole rappresentare una sperimentazione di una nuova modalità di azione nei conflitti sociali locali. L’obiettivo è quello di contribuire a costruire individui e comunità maggiormente resilienti perché possano, tramite risorse endogene, provare a disinnescare la spirale di ordine economico (disoccupazione e povertà, mancanza di opportunità e di prospettive) e sociale (emarginazione ed isolamento, assenza o restrizione alla libertà di espressione e alla libertà di movimento) e ricostruire nuove cornici di senso che consentano loro di poter ritessere e ricomporre lo sfilacciato tessuto sociale e politico libanese.——————————

Per fare domanda occorre, dopo aver letto e scelto il progetto, compilare gli allegati e includere la copia di un documento di identità valido.
E’ possibile ma non obbligatorio presentare inoltre un curriculum vitae ed eventuali allegati che attestino i titoli posseduti

La domanda di ammissione e la relativa documentazione per questo progetto va presentata entro le ore 14:00 del giorno 10 febbraio 2017 secondo le seguenti modalità:
– consegna a mano presso la sede Arci Servizio Civile Nazionale, dal  lunedì al venerdì negli orari: 09.00-18.00;
– invio postale con R/R direttamente presso la sede Arci Servizio Civile Nazionale Via dei Monti di Pietralata 16 – 00157 Roma (si ricorda che fa fede la   data di ricezione);
-invio tramite PEC- Posta Elettronica Certificata da indirizzo PEC del candidato all’indirizzo: arciserviziocivile@postecert.it

Di seguito Requisiti e condizioni di ammissione e presentazione delle domande riportate nel bando.
Requisiti e condizioni di ammissione (art.3 del bando)
Possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadini italiani;
– non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata;
– non appartenere a corpi militari o forze di polizia;
– essere in possesso di un titolo di studio di scuola secondaria di secondo grado.
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Presentazione delle domande (art. 4 del bando)
La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 10 febbraio 2017. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.
La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:
– redatta secondo il modello riportato nell’Allegato 2 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;
– accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;
– corredata dalla scheda di cui all’Allegato 3, contenente i dati relativi ai titoli.
Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:
1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
2) a mezzo “raccomandata A/R”;
3) consegnate a mano.
È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nel presente bando, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni.
Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda per i Corpi Civili di Pace l’aver già svolto, ovvero interrotto il Servizio Civile Nazionale ai sensi della legge n.64/2001, anche se effettuato nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani”.
Non possono presentare domanda i volontari che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di Servizio Civile Nazionale, di cui alla legge n. 64/2001, ivi compresi i progetti per l’attuazione del programma europeo “Garanzia Giovani”.
La mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere non è motivo di esclusione. È cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda con l’indicazione della sede, ove necessario.
La mancata sottoscrizione e/o la presentazione della domanda fuori termine è causa di esclusione dalla selezione, analogamente al mancato invio della fotocopia del documento di identità; è invece sanabile la presentazione di una fotocopia di un documento di identità scaduto.

 

Condivido sui social media!