Diritto all’istruzione: nuovo intervento in Libano e Giordania

di Micol Briziobello

A breve partirà un nuovo progetto di ARCS in Libano e Giordania: si tratta del “Programma ScEGLi: Scuole ed Education in Giordania e Libano“. L’iniziativa, che sarà realizzata in collaborazione con la ONG italiana COOPI, mira alla tutela del diritto all’istruzione per le fasce più vulnerabili della popolazione rifugiata e delle comunità ospitanti in Libano e Giordania, promuovendo le opportunità di accesso a servizi scolastici pubblici.

Infatti, malgrado i progressi registrati negli ultimi due anni, gli ostacoli che prevengono l’accesso o causano l’abbandono scolastico di molti bambini e bambine nei due Paesi, sono ancora numerosi e complessi, sia dal lato dell’offerta educativa che da quello della domanda di servizi scolastici.

Proprio per i suddetti motivi, il progetto intende realizzare diversi interventi complementari tra loro e finalizzati sia al miglioramento delle strutture e dei servizi che al sostegno alla scolarizzazione dei minori siriani, libanesi e giordani più vulnerabili nelle aree di Tripoli, Hermel (Libano) e Balqa (Giordania).

In particolare, le azioni più importanti prevederanno:

  • la ristrutturazione di 9 scuole libanesi e giordane,
  • la fornitura di arredi in 2 scuole giordane,
  • la distribuzione di kit scolastici a 280 alunni,
  • il pagamento del trasporto scolastico per 240 alunni,
  • l’aggiornamento professionale di 91 insegnanti giordani
  • attività di protezione per i bambini e le famiglie più vulnerabili sia in Libano che in Giordania.

Condivido sui social media!