In Giordania al via la formazione per gli insegnanti delle scuole pubbliche del governatorato di Balqa

di Cecilia Trevisan

Con l’inizio del secondo semestre scolastico sono iniziate anche le attività di formazione portate avanti da ARCS nelle scuole giordane.

Domenica scorsa a Salt, poco lontano da Amman, è infatti iniziata la prima fase della Formazione di Formatori (Training of Trainers- ToT) nell’ambito del progetto “ScEGLi: Scuole ed Educazione in Giordania e Libano”, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione alla Sviluppo (AICS).

La formazione, rivolta a 25 tra insegnanti e consiglieri scolastici delle scuole primarie pubbliche della regione, ha come scopo quello di fornire al personale scolastico e non nuove competenze e metodologie per affrontare gli episodi di violenza e bullismo nelle scuole, individuando e sanando le situazioni più complesse ed i casi più vulnerabili.

Grazie alla collaborazione con la Human Engineering For Training and Development Company (HECTD), un formatore specializzato in protezione accompagnerà i partecipanti in un percorso formativo diviso in due fasi.

Quella in corso, che ha come obiettivo di fornire le basi per poter replicare la formazione ai colleghi di ciascun istituto scolastico, dalle abilità comunicative agli strumenti per essere un buon formatore, tramite esercizi teorici e pratici.

La seconda parte, che inizierà tra due settimane, sarà invece più focalizzata su un approccio educativo basato sui diritti, concentrandosi su come affrontare gli episodi di violenza e bullismo nelle scuole, sulla protezione dei minori, sulla gestione della rabbia e sulle metodologie interattive di insegnamento.

Alla fine del training, gli insegnanti e i consiglieri scolastici saranno in grado di trasmettere quanto appreso ai loro colleghi in ciascuno dei 5 istituti scolastici coinvolti, diffondendo un’educazione basata sui diritti nelle scuole della regione.

Condivido sui social media!