#ParticonARCS – Workshop fotografico a Cuba

LA HABANA: 500 AÑOS

Workshop di reportage a Cuba con Giulio Di Meo in collaborazione con ARCS e AHS
2 – 12 maggio 2019 – Cuba

Scadenza iscrizioni 28 febbraio 2019

Foto di Laura Alicino

Dopo esserci occupati della regione di Pinar del Rio e della coltivazione del tabacco, di Holguín e dei giovani artisti cubani durante Las Romerías de Mayo, di Baracoa e dei villaggi di pescatori, della zona dell’Escambraysulle tracce del Che, quest’anno ritorniamo ad interessarci dell’Havana. Questo sarà un anno particolare per la capitale di Cuba, che festeggia i 500 anni dalla sua fondazione. Dal 2007 l’ARCI e la sua ONG ARCS promuovono e organizzano workshop di reportage, tenuti dal fotografo Giulio Di Meo, con l’obiettivo di avvicinare giovani (e non) italiani a determinate realtà e problematiche attraverso la fotografia sociale.

Introduzione: Quale migliore occasione per dedicare un workshop all’Havana, ai suoi 500 anni e ai suoi abitanti? La interrelazione capitale – città – patrimonio – modernità è uno degli aspetti più interessanti che distinguono l’Havana dalle altre città cubane. Dichiarata come una delle sette città “meraviglie del mondo” con la sua variegata architettura, dallo stile coloniale del periodo spagnolo a quello moderno, il suo caratteristico lungomare e le sue strade piene di storie di lotte, arte e sincretismo. L’Havana è famosa per il calore e il fascino della sua gente, un mix di persone provenienti da ogni angolo del paese, un mosaico di diversità che ben rappresenta il paese e lo spirito del popolo cubano.Per questi motivi, in collaborazione con l’Asociación Hermanos Saíz (AHS), abbiamo deciso di raccontare una città che, nonostante i suoi suoi 500 anni, è ancora viva e in crescita.

Date del workshop: 2 – 12 maggio 2019 – Cuba

Luogo: Havana

Programma: Il workshop si svolgerà in 7 giorni, durante i quali i partecipanti saranno guidati nello sviluppo di un progetto fotografico: la pianificazione del progetto, il lavoro sul campo, l’editing e la presentazione finale del progetto. Il programma prevede la visita dei più importanti quartieri della città, per catturare “istantanee” che raccontino la vita quotidiana e le attività dei cittadini della capitale. Le serate saranno dedicate all’editing delle foto scattate, con discussione e confronto tra i vari partecipanti. Quotidianamente saranno selezionate le immagini migliori che andranno a formare, alla fine del corso, il portfolio personale. Con le foto più rappresentative sarà realizzata una presentazione multimediale per raccontare l’esperienza vissuta dal gruppo e persensibilizzare sulle tematiche sociali documentate.

Ai partecipanti italiani si affiancheranno alcuni giovani dell’Associazione Hermanos Saiz, interessati alla fotografia sociale, che prenderanno parte al workshop nel doppio ruolo di guide e studenti. Il corso, infatti, non ha solo l’obiettivo di guidare i partecipanti nello sviluppo di un progetto fotografico, ma è anche un’esperienza di scambio, confronto e dialogo tra italiani e cubani.

Il programma offrirà ai partecipanti un ampio sguardo sulla capitale cubana e sulla variegata cultura che la rende così particolare, andando oltre gli stereotipi creati dal turismo di massa.

  • Giorno 01 – L’Avana rurale
    Mattina: Santiago de las Vegas (Municipio Boyeros)
    Pomeriggio: Barrio El Cano (Municipio La Lisa)
  • Giorno 02 – Lo sviluppo industriale e i quartieri dormitorio
    Mattina: Reparto Cojimar-Alamar (Municipio Habana del Este)
    Pomeriggio: Santa Maria del Rosario (Municipio Cotorro)
  • Giorno 03 – La media e alta borghesia
    Mattina: Reparto Vedado (Municipio Plaza de la Revolución)
    Pomeriggio: Reparto Miramar (Municipio Playa)
  • Giorno 04 – Il centro storico meno conosciuto
    Habana Vieja (Consejo Popular Jesús María y Centro Histórico)
  • Giorno 05 – I quartieri popolari
    Centro Habana (Barrio Colón, San Isidro, Barrio Chino, Calle Galeano y Boulevard San Rafael)
  • Giorno 06 – Il sincretismo religioso
    Guanabacoa
  • Giorno 07 – Gli insediamenti dei pescatori
    Jaimanita e Santa Fe

Nel programma sarà previsto un giorno di riposo deciso insieme ai partecipanti durante il workshop.

Obiettivi del workshop:

  • realizzareun’esperienza di scambio, confronto e dialogo tra italiani e cubani
  • intercambio e conoscenza delle abitudini e dei costumi degli Avaneros
  • documentare le realtà conosciute durante i giorni del workshop.

Costo del workshop: La quota di partecipazione è di 2.300 euroe comprende viaggio A/R, visto, vitto, alloggio, assicurazione, spostamenti interni e ogni altro costo riferito alla realizzazione del corso in loco. Una parte del contributo sarà utilizzato per permettere ai giovani fotografi cubani di partecipare al WS.

Iscrizioni:
Le iscrizioni sono aperte fino al 28 febbraio 2019.

Per iscriversi al campo occorre inviare la scheda d’iscrizione, inviare una prima rata della quota di partecipazione e leggere con attenzione il regolamento per i workshop fotografici. Gli iscritti saranno contattati subito dopo la scadenza del campo per effettuare il versamento della quota entro i termini stabiliti da ARCS.

Alloggio:
Si alloggerà in stanze doppie presso casas particulares. Le casas particularessono come i nostri B&B, sono cioè delle case private che per legge possono affittare stanze a stranieri.

Per qualsiasi informazione potete scrivere a: campidilavoro@gmail.com oppure info@giuliodimeo.it

ARCS – Arci Culture Solidali

ARCS è l’Ong del sistema ARCI. Nasce nel 1985 con l’obiettivo di perseguire, nell’ambito della solidarietà, della cooperazione, del volontariato internazionale, l’affermazione del processo di partecipazione democratica attiva delle cittadine e dei cittadini, attraverso la promozione di tutte le forme di aggregazione e associazionismo civile, per un mondo di diritti globali e di pace, più giusto e socialmente sostenibile. ARCS organizza ogni anno campi di lavoro allo scopo di promuovere le relazioni tra i membri dell’associazione e i beneficiari dei progetti ARCS all’estero.

Asociación Hermanos Saíz – AHS

La AHS riunisce i giovani artisti cubani ed è presente in tutto il territorio con più di 4.000 iscritti di tutti i settori delle arti e della cultura. Lo scopo dell’associazione è quello di promuovere i giovani musicisti, artisti audio-visuali, artisti plastici, sceneggiatori, attori e scrittori di Cuba e del mondo intero che, grazie agli spazi, alle risorse e alla promozione dell’associazione, hanno l’opportunità di mettere in mostra il proprio talento. Da 5 anni l’AHS collabora con l’ARCI in progetti di cooperazione internazionale e nella promozione di un intenso scambio culturale tra i giovani dei due paesi.

Condivido sui social media!