Un mese di intense attività e scambi per le iniziative ARCS a Cuba.

Foto di Elisa Castoro

di Federico Mei, coordinatore ARCS progetti Cuba

Il mese di marzo si prevede “infuocato” non solo per le temperature estive (siamo già ai 33 gradi di media!) ma per le tante attività su tutti i progetti e le iniziative di ARCS.

Si parte con la realizzazione dell’approfondimento formativo sulla fotogrammetria digitale per i giovani ingegneri e architetti dell’Officina del Historiador (OH) previsto all’interno del progetto INNOVA CUBA. Dopo un primo corso realizzato a Cuba nel 2018 da parte dei professori e degli esperti del GeCO (Laboratorio di Geomatica per l’Ambiente e la Conservazione dei Beni Culturali) della Università di Firenze, diretto dalla Prof.ssa Grazia Tucci, un gruppo di 4 giovani tecnici della OH sono stati selezionati per realizzare uno scambio di approfondimento in Italia, ospitati dallo stesso GeCO a Firenze dal 9 al 23 marzo. Questo corso  permetterà ai giovani cubani di acquisire le competenze per diventare a loro volta formatori e poter quindi, una volta tornati a Cuba, diffondere le proprie conoscenze. Un aspetto importante del progetto INNOVA CUBA è infatti quello di creare le condizioni affinché le tecniche e le professionalità trasmesse siano inserite nei percorsi accademici locali garantendo ai giovani laureati da un lato la possibilità di moltiplicare le loro competenze e dall’altro di avere nuove opportunità di lavoro. Un risultato già in parte ottenuto con l’inserimento dell’insegnamento della Fotogrammetria Digitale come materia facoltativa presso la CUAJE, l’Università tecnologica dell’Avana.

Tra il 14 e il 30 marzo è invece prevista la missione della cooperativa RESEDA per concludere la prima fase del programma per la realizzazione di una filiera corta del latte nel municipio di Mantua. Dopo aver infatti portato a termine i percorsi formativi ed aver verificato da subito il salto di qualità nel lavoro ottenuto grazie alla consegna ai contadini delle attrezzature (come aratri, falciatrici, motoseghe, motori per trattori, camion), manca ora solo il montaggio dei sistemi di irrigazione alimentati a pannelli solari per la produzione intensiva di piante destinate all’alimentazione animale.

RESEDA, cooperativa esperta in questo campo, è da anni partner tecnico di ARCS a Cuba. Nel 2006 all’interno del programma Habana Ecopolis ha realizzato il progetto pilota che ha portato a sperimentare il primo mini sistema di pannelli solari on-grid dell’Avana tutt’oggi ancora in funzione e successivamente, nel 2014, il primo sistema di irrigazione alimentato a pannelli solari della provincia di Pinar del Rio.

A partire dal 16 marzo è la volta del Circolo Arci Punto 8 di Siena che, in collaborazione con l’Accademia Italiana del Jazz “Siena Jazz”, realizzerà un intenso scambio con il conservatorio Amedeo Roldan dell’Avana finanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea. Il circolo Arci Punto 8 è una delle realtà territoriali toscane più legate a Cuba: già “gemellato” con la sede AHS – Asociacion Hermanos Saiz di Santa Clara, ha partecipato con una sua delegazione al Festival de la Trova “Longina” nello scorso gennaio, il più importante appuntamento per giovani cantautori dell’isola. Per l’occasione sono stati anche donati 10 book reader come primo atto di un progetto più ampio di promozione della lettura portato avanti da Arci Toscana e che vedrà una seconda fase a Santiago in collaborazione con la sede di AHS di questa città.

A seguire altri due importanti impegni. Il primo ancora sul progetto INNOVA CUBA con la presenza del Presidente di Arci Toscana e il Presidente di Arci Prato impegnati a sostenere l’organizzazione del “Centro Spazio Creativo” che sarà inaugurato nel mese di giugno: un incubatore di imprese giovanili creative nelle aree dell’audiovisivo, del disegno grafico e industriale e nella realizzazione di applicazioni per tecnologia portatile, che darà la possibilità a giovani di concretizzare il proprio progetto imprenditoriale mettendogli a disposizione i laboratori per la realizzazione delle loro idee e fornendo formazione e assistenza per avviare una vera e propria attività.

Il secondo infine con l’inaugurazione dell’impianto di estrazione di acqua potabile per una comunità isolata della provincia di Guantanamo sempre con il supporto di Arci Toscana e il sostegno della WRF-Water Right Foundation di Firenze. Oltre all’impianto verrà presentata una campagna di sensibilizzazione realizzata in collaborazione con i creativi della AHS di Guantánamo all’interno degli spazi di CubAgua, la fiera tematica sulle questioni idriche, che si svolgerà all’Avana dal 20 al 22 marzo. Ospitati nello stand ICE – Istituto Italiano per il Commercio, saranno presentati i 3 spot televisivi, già approvati da ICRT (la rete televisiva cubana) per la loro trasmissione a livello nazionale, così come gli altri materiali della campagna, tra cui un libro dedicato ai bambini.

Insomma: un mese impegnativo e decisivo per rafforzare le relazioni tra ARCS e i partner cubani e in generale gli scambi tra i nostri Paesi.

Condivido sui social media!