Incidente aereo: il cordoglio di ARCS

ARCS è profondamente colpita dalla tragica scomparsa di cittadine e cittadini di molte nazionalità ieri nell’incidente aereo nei cieli dell’Etiopia. Esprime cordoglio ai parenti delle vittime. Tra di loro anche operatrici e operatori di pace, funzionari di Agenzie delle Nazioni Unite, volontari e attori di cooperazione internazionale, di cui 8 di nazionalità italiana. Un pensiero particolare a Virginia Chimenti, Maria Pilar Buzzetti, Carlo Spini, Gabriella Vigiani, Matteo Ravasio e Paolo Dieci.

Il valore delle attività di cooperazione e solidarietà internazionale e in difesa dei diritti era il fondamento della vita per molte tra le vittime dell’incidente dell’Ethiopian Airlines di ieri” afferma Filippo Miraglia, Presidente di ARCS. “Non ci sono governi e media in grado di ostacolare e cancellare chi agisce per l’aiuto umanitario e la giustizia globale. Oggi l’attacco alle Ong vuole negare il valore dell’azione solidale, mettendo in discussione la loro autorevolezza conquistata in anni di progetti, iniziative e campagne di educazione alla cittadinanza globale. Ma nessuna campagna diffamatoria può fermare chi è animato da sete di giustizia e lotta contro le disuguaglianze proponendo modelli di sviluppo in grado di sconfiggere fame, malattie, povertà e le conseguenze dei cambiamenti climatici, aiutando le popolazioni colpite dai conflitti, assistendo e accogliendo chi fugge dalla violenza nell’affermazione della pace. Chi ieri è scomparso nei cieli etiopi ha testimoniato la perseveranza del cuore e della ragione sul populismo e la menzogna. Noi dobbiamo continuare sulla medesima strada”.

Condivido sui social media!