ENTER e la giornata dell’albero di Bangang

L’arbre protège l’eau
l’eau c’est la vie
L’arbre protege la vie

di Marta Cappiello  
La seconda giornata dell’albero del villaggio Bangang, organizzata dal nostro partner locale ACREST, si è tenuta al liceo di Nzindong, quasi in cima al mont Bamboutos. Circa 400 studenti del liceo e delle vicine elementari hanno partecipato alla cerimonia e sono tornati a casa con due alberi da frutto da piantare nelle loro corti.

Un presentatore della radio in lingua locale di Bangang ha guidato il pubblico attraverso il programma in modo coinvolgente e frizzante. Oltre ai rappresentanti di ARCS e ACREST, sono intervenuti il sindaco di Dschang, lo chef di Bangang e, ovviamente, il preside del liceo. Insieme hanno piantato 50 alberi, tra banani, avocado e alberi medicinali, nel terreno del liceo.

Quest’anno il tema del rimboschimento è stato affiancato a quello dell’acqua potabile. Per questo il progetto ENTER è stato centrale negli interventi.

Lo staff di progetto ha presentato una simulazione in cui, in due recipienti pieni di sabbia e terra, uno con erba e uno senza, è stata fatta scorrere la stessa quantità d’acqua. Per gli studenti del liceo e delle elementari è stato chiaro come l’erba, che rappresentava gli alberi, era in grado di trattenere l’acqua, di farla filtrare lentamente nel sottosuolo, evitando che scorresse in superficie erodendo la preziosa terra fertile, e assicurando così l’approvvigionamento per lungo tempo dopo la pioggia.

ACREST ha individuato negli ultimi anni il rimboschimento come priorità, a seguito dei suoi studi su impianti idroelettrici di piccole dimensioni e in generale sulle risorse idriche: l’acqua smette presto di scorrere nei torrenti del mont Bamboutos durante la stagione secca.

Nel 2017 lo chef, con un decreto regio e grazie alla consulenza di ACREST, ha espresso l’impegno della popolazione alla preservazione e al rimboschimento. Tale impegno è riportato sul quaderno che è stato consegnato ad ogni studente, con l’idea di essere un promemoria per i futuri adulti di questo villaggio.
Tutto il progetto ENTER dipende strettamente dal rispetto di questo impegno: un sistema idrico ben progettato e costruito sarà inutile se non ci sarà una folta chioma a proteggere la fonte che lo fa funzionare.

Condivido sui social media!