Incontro fra società civile afgana e italiana

Si apre il 6 giugno all’università di Herat il primo seminario internazionale di studi sulla società civile afgana, organizzato dalla rete Afgana (www.afgana.org) e dal consorzio di Ong, con capofila Arcs, nel quadro del progetto finanziato dalla DGCS MAE “Afghanistan: attività di formazione e di sostegno alla società civile afgana nel processo di ricostruzione e riconciliazione nazionale (AID 9572)”

Esponenti di organizzazioni della società civile afgana incontrano i giornalisti

Nell’incontro con i giornalisti verrà illustrato il progetto e il ruolo che esso riveste nel processo di rafforzamento della società civile afgana. Inoltre, si ribadirà l’importanza della Campagna 30%, lanciata dalla rete Afgana, accanto alle nuove proposte di intervento formulate negli incontri avuti nei giorni scorsi con le istituzioni italiane.

[afgana] Perché le bombe in Afghanistan non fan rumore a Roma?

Afgana sulle notizie e le conferme da Farah: “Cessare immediatamente i bombardamenti. Si esprimano a riguardo le forze politiche” Roma, 16 luglio 2012 – Secondo reiterate notizie di stampa che da oltre una settimana riportano di intense attività di bombardamento nella provincia afgana di Farah con i caccia Amx in forza al contingente italiano e

[esteri] L’Italia sostenga la società civile afgana e il progetto della Casa della società civile in Afghanistan

La richiesta al sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura da parte delle reti della società civile afgana che sostengono l’«Iniziativa 30%» promossa dalla rete italiana Afgana L’Italia deve continuare a sostenere la società civile afgana e il progetto della costruzione di una Casa della società civile in Afghanistan che aiuti il processo di aggregazione di tutte

Ecco tre nuovi progetti di ARCS!

Il 12 dicembre scorso il Comitato Direzionale della DGCS del Ministero Affari Esteri ha deliberato i contributi per tre progetti di ARCS. Un fatto che ha reso l’Ong davvero contenta, dopo anni anni difficili e volti alla graduale, ma decisa, cancellazione della cooperazione non governativa. Grazie all’approvazione dei tre progetti, ARCS potrà continuare nel suo

Afghanistan, il 30% della spesa militare in cooperazione civile

“Afgana”, Tavola della pace e Rete Disarmo per la riconversione del risparmio che deriverà dal ritiro delle truppe italiane La rete della società civile italiana « Afgana», col sostegno della Tavola della pace e della Rete Disarmo, chiede al parlamento italiano che, una volta avviato il ritiro del contingente militare, sia trasferito il 30% di