A Tripoli la consegna dei veicoli da utilizzare nelle emergenze

Dalla nostra cooperante in Libano Elena Cozzani. L’ambasciatore italiano, Sua Eccellenza Giuseppe Morabito, ha consegnato martedi’ scorso al Sindaco di Tripoli e Presidente dell’Unione delle Municipalità di Al Fayhaa, Dr Nader Ghazal, i due veicoli acquistati all’interno del progetto di ARCS “Supporto istituzionale per la gestione integrata delle emergenze nella conurbazione di Al Fayhaa”. L’autopompa

Il 17 maggio a Tripoli l’evento di chiusura del progetto “Supporto istituzionale per la gestione integrata delle emergenze nella conurbazione di Al Fayhaa”

Dalla nostra cooperante a Tripoli Elena Cozzani. Il 17 maggio si terrà a Tripoli un evento per la consegna di due veicoli, un’autopompa IVECO e una jeep Land Rover Defender 130, acquistati all’interno del progetto “Supporto istituzionale per la gestione integrata delle emergenze nella conurbazione di Al Fayhaa”. All’evento parteciperanno le principali autorità di Tripoli,

Necessario sostegno urgente alle operazioni di evacuazione umanitaria

Comunicato Stampa UNHCR/OIM 18 marzo 2011, GINEVRA – Grazie ad un’operazione umanitaria di evacuazione congiunta, messa in atto dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) e dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) con il sostegno di un gran numero di paesi, sono stati evacuati più di 50,000 migranti bloccati nei campi in Egitto

CON LE LOTTE PER LA DEMOCRAZIA, CON I DIRITTI DEI MIGRANTI CONTRO L’INTERVENTO MILITARE

Dichiarazione di Paolo Beni, presidente nazionale Arci e Raffaella Bolini, responsabile pace Cosa c’entrano gli attacchi aerei su mezzi terrestri con una no-fly zone? Neppure è cominciata, la no-fly zone, ed è subito attacco militare. Avevamo appena finito di denunciare i grandi rischi connessi al dispositivo militare della risoluzione ONU. E il vertice di Parigi

Libia: dov’è finita la politica?

Flavio Lotti: Perché tutto questo silenzio? Abbiamo fatto ognitipo di affari con Gheddafi. E oggi cosa stiamo facendo per evitare un’altra Srebrenica? Dov’è finita la politica? I carri armati di Gheddafi avanzano verso Bengasi annunciando un nuovo macabro bagno di sangue. Cosa sta facendo la nostra diplomazia per impedirlo? Cosa stanno facendo il governo e

L’Arci lancia una raccolta fondi per le organizzazioni sociali tunisine che stanno accogliendo i profughi dalla Libia

MEDITERRANEO: DALLA PARTE GIUSTA Con i giovani dei gelsomini – Sostenere la società civile del mondo arabo Proteggere e accogliere i profughi – No all’intervento militare CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI PER LE ORGANIZZAZIONI SOCIALI TUNISINE CHE STANNO ACCOGLIENDO I PROFUGHI DALLA LIBIA Il vento di cambiamento che soffia sul Mediterraneo porta con sé tante speranze

Fermiamo il massacro in Libia. Pane, lavoro, democrazia, accoglienza. Il Mediterraneo dei gelsomini

FERMIAMO IL MASSACRO IN LIBIA Pane, lavoro, democrazia, accoglienza IL MEDITERRANEO DEI GELSOMINI C’è una Italia che si riconosce nella lezione di coraggio e dignità che arriva dal mondo arabo. Il profumo dei gelsomini arriva anche nel nostro paese, anche nelle barche piene di giovani con la loro domanda di futuro. Il messaggio che porta