Per la salvaguardia del patrimonio culturale della città de L’Avana il progetto di Arcs

Ha preso avvio nella città dell’Avana il progetto Salvaguarda de los valores patrimoniales y culturales que atesora el Centro Histórico de la Habana promosso da ARCS, dall’ Ong cubana SP-CM “Sociedad Patrimonio, Comunidad y Medioambiente” e finanziato con fondi dell’Unione Europea. Il progetto è stato lanciato il 18 luglio scorso a Cuba durante il programma

L’Arci e Cuba: una solidarietà sincera

L’Arci è presente a Cuba da molti anni e la storia della solidarietà tra la nostra associazione e la popolazione dell’Isola ha attraversato i diversi momenti delle relazioni internazionali della sinistra. Dal solidarismo internazionalista si è passati man mano a forme di relazione diverse e forse più critiche e consapevoli. L’Arci è stata vicina al

Salvaguardia del patrimonio culturale del Centro storico della città de L’ Avana

Vi presentiamo la scheda sintetica ‘Salvaguardia del patrimonio culturale del Centro storico della città de L’ Avana’: in essa troverete gli obiettivi e le principali attività previste dal progetto. Settore di Intervento: salvaguardia del patrimonio culturale Partner: Istituto Inter-universitario di Conservazione e restauro delle Opere d’ Arte dell’ Accademia di Belle Arti di Varsavia; Sociedad

Santa Fe: rafforzamento dei servizi socioculturali per lo sviluppo comunitario

A Cuba l’Arci  sta portando avanti un altro progetto finanziato dall’Unione Europea, ‘Santa Fe: rafforzamento dei servizi socioculturali per lo sviluppo comunitario‘. Con esso si intendono promuovere i processi partecipativi della società civile (e in particolar modo dei/delle giovani) per contribuire allo sviluppo sostenibile e prevenire le cause dei problemi sociali dell’area. Qui di seguito

‘Puliamo il mondo’: l’iniziativa con i bambini di Aley

Maggio 2011. Dal Libano, Marta Niccolai. Esiste un proverbio molto diffuso in Toscana, “fare le nozze con i fichi secchi”: con esso si intende indicare il comportamento di colui che desidera realizzare progetti ambiziosi avendo però scarse risorse a disposizione. Questo simpatico detto toscano credo che ben si adatti all’esperienza dell’ attività di Clean Up

Dalla Tanzania il racconto delle attività a favore della salute materno infantile

Dal 21 maggio al 2 giugno 2011 Gemma Ciccone di ARCS e il Dottor Gianluca Russo del Policlinico Umberto I di Roma si sono recati nel Distretto di Bunda, per svolgere e monitorare le attività previste dal progetto ‘Sviluppo umano e sanitario nel distretto di Bunda-Tanzania’. In questo periodo si è svolto il training sulla

In Colombia un’altra vittima del conflitto armato

Dalla Colombia Manfredi Lo Sauro, cooperante Arcs. Il 12 agosto 1995 i paramilitari del Bloque Bananero de las Autodefensas Unidas de Colombia (Auc) uccidono Dalmiro Ospina e Carlos Mario, rispettivamente marito e figlio di Ana Fabricia Còrdoba nella strage della discoteca El Aracatacazo, in Chigorodó. Nel 2001 Ana Fabricia è costretta a trasferirsi a Medellìn

Promozione dello sviluppo socio-creativo nella comunità di Aley: il progetto approvato dalla Campagna Biblioteche Solidali del Comune di Roma

L’Istituzione Biblioteche di Roma Capitale ha ammesso a partecipare alla Campagna Biblioteche Solidali 10 progetti. Quello di ARCS è tra i vincitori! La Campagna Biblioteche Solidali intende promuovere a livello globale il “diritto alla lettura e all’informazione”, attraverso due obiettivi distinti e intrecciati: a) costruire o sostenere biblioteche o progetti rivolti alla diffusione del libro e

Non lasciateci soli: l’appello delle organizzazioni della società civile afgana

<<Non lasciateci soli>>: è questo l’appello delle organizzazioni della società civile afgana presenti alla Conferenza internazionale del 24 e 25 maggio scorso, promossa a Roma dalla rete italiana Afgana. <<Non lasciate sola la società civile che opera per la pace, per la democrazia, per i diritti>>, chiedono i rappresentanti afgani alla comunità internazionale. All’approssimarsi del