ARCS a Cuba nell’era trumpiana

(di Federico Mei, coordinatore ARCS a Cuba) – Mentre una parte del mondo continua a fare passi indietro, quella targata a stelle e strisce tanto per essere chiari, cancellando ancora una volta unilateralmente passi che avevano richiesto un incessante lavoro diplomatico, Cuba ha deciso di andare avanti nel cammino di apertura al mondo segnato nel 2014.

La lunga strada verso la ricostruzione

di Federico Mei, coordinatore ARCS a Cuba – Ad una settimana dal passaggio dell’uragano Irma i segni sono ancora molto evidenti ed è incessante il lavorio delle squadre di tecnici e volontari per rimuovere i detriti, principalmente alberi caduti, per le strade dell’Avana e ripristinare i servizi tra cui soprattutto il sistema di distribuzione elettrica da cui dipende in gran parte anche il rifornimento di acqua.

Irma come nessuno mai

di Federico Mei, Coordinatore ARCS a Cuba – Cuba è in ginocchio, 12 delle 14 provincie sono state investite direttamente dalla forza distruttiva di Irma e mentre tutto il mondo parlava dell’esodo in Florida e i maggiori giornali e testate giornalistiche italiane dichiaravano sabato mattina che l’uragano aveva già abbandonato Cuba e si dirigeva verso le coste americane, Irma aveva appena cominciato la sua azione distruttiva nella maggiore delle Antille.

INNOVA CUBA: un nuovo progetto di ARCS a favore del Patrimonio Storico e Culturale di Cuba

(di Federico Mei, Coordinatore Progetto a Cuba) – Innovare è ormai una parola entrata nel vocabolario corrente, soprattutto nell’ambito della cooperazione internazionale, anche se spesso le si attribuisce un significato quasi prettamente tecnologico mentre l’innovazione può riguardare molti aspetti e in certi casi l’innovazione più “innovativa” è anche la più semplice.