Fondo per l’Africa, “Basta con la guerra ai migranti sosteniamo le comunità”

(da repubblica.it) – L’appello dell’ARCS – Culture Solidali al governo italiano. L’Unione Europea, ha ribadito la volontà di utilizzare un approccio, tutto legato al tema della sicurezza, nella gestione dei flussi migratori. Il rischio che il Fondo serva per finanziare accordi con regimi e governi aggressivi e irrispettosi dei diritti umani: l’esempio dell’accordo UE-Turchia

Basta guerra ai migranti. Utilizzare il Fondo Africa per sostenere le comunità

In attesa che il governo emani il decreto che disciplini l’implementazione del Fondo per l’Africa, istituito dal Bilancio di previsione dello Stato per l’anno 2017 per interventi straordinari volti a rilanciare il dialogo e la cooperazione con i Paesi africani d’importanza prioritaria per le rotte migratorie, ARCS esprime alcune preoccupazioni e rilancia alcune raccomandazioni specifiche.

Fondo UE per l’Africa: le ONG al palo? – @vitanonprofit

da vita.it
1,8 miliardi di euro. Il Fondo fiduciario d’emergenza per l’Africa istituito dall’Unione Europea al Summit di La Valletta in novembre 2015 per la stabilità e la lotta contro le cause profonde della migrazione irregolare sul continente africano fa gola a tutti. Ma rimangono molte questioni aperte, sia di forma che di sostanza. Una su tutte: l’accesso ai fondi messi a disposizione da Commissione UE e Stati Membri.