Noam Chomsky: “Incubo a Gaza”

di Noam Chomsky
“In mezzo a tutti gli orrori che caratterizzano l’ultima offensiva israeliana a Gaza, l’obiettivo di Israele è semplice: calma in cambio di calma, un ritorno alla norma. Per la Cisgiordania, la norma è che Israele continui la costruzione illegale di insediamenti e infrastrutture in modo che possa integrare al suo territorio tutto quello che potrebbe essere di valore”.

Quasi 400 docenti, giuristi ed esperti di diritti umani chiedono alla comunità internazionale di agire: “porre fine alla punizione collettiva della popolazione civile della striscia di Gaza!”

E’ durissima la denuncia di quasi 400 docenti e difensori dei diritti umani da tutto il mondo (tra cui ex esperti indipendenti dell’ONU e Professori di diritto internazionale e di diritto penale di riconosciuto prestigio), uniti nel condannare le gravi violazioni e il “disprezzo dei più basilari principi del diritto internazionale” e “dei diritti fondamentali dell’intera popolazione Palestinese”

GAZA. Israele colpevole di crimini di guerra

di Eleonora Pochi su Nena News
Si tratta di violazioni delle norme stabilite dalla IV Convenzione di Ginevra per la protezione delle persone civili in tempo di guerra. La presente convenzione, così come gran parte della normativa internazionale a tutela dei Diritti Umani, fu stipulata nel 1949, subito dopo le atrocità commesse durante la seconda Guerra mondiale, per stabilire regole precise in riguardo ai conflitti armati, in particolare per la protezione dei civili.