LIBANO. In piazza contro l’aumento delle tasse

(da nena-news.it) – Duemila persone hanno raggiunto ieri il centro di Beirut per protestare contro le recenti decisioni del governo Hariri in campo economico. Il premier prova (invano) a calmare gli animi, mentre da Israele il capo di stato maggiore dell’esercito promette: “il Paese dei Cedri sarà responsabile della prossima guerra con Hezbollah”

L’Italia riprenda relazioni diplomatiche dirette coi leader politici di Hezbollah

L’Arci chiede al Governo italiano di riprendere con convinzione relazioni diplomatiche dirette con i leader politici del movimento Hezbollah, in termini di riaffermazione effettiva del sostegno alla ricostruzione e alla pacificazione del territorio e di valorizzazione del percorso di cooperazione e solidarietà che sta portando avanti la sua società civile, a partire dalle ong e dalle associazioni di volontariato presenti nel Paese.