L’Europa la smetta con la commedia del cinismo

(di Filippo Miraglia – presidente di ARCS) – Nella notte tra il 2 e il 3 ottobre del 2013, 368 persone perdevano la vita al largo dell’isola di Lampedusa. Si trattava in prevalenza di persone provenienti dal Corno d’Africa. Oggi, a tre anni di distanza, l’Italia commemora quella tragedia con la Giornata della memoria delle vittime dell’immigrazione, istituita per legge lo scorso 16 marzo 2016.

Da Lampedusa al Pas de Calais, la rete dei sindaci contro i muri

da vita.it
I primi cittadini delle città del Mediterraneo si incontrano al Sabir Festival di Pozzallo per parlare di “Città di frontiera, Comunità locali e Società civili”. La rete dei sindaci solidali che riunisce soprattutto i territori di sbarco lanciata da Giusi Nicolini ha avuto l’adesione anche della sindaca di Barcellona Ada Colau e del primo cittadino di Grande-Synthe Damien Carême

Lampedusa, festival Sabir, edizione zero

di Federica D’Amico
Sabir ha voluto, tra le tante cose, restituire dignità e centralità a questa periferia e ai suoi abitanti, e non solo durante i giorni del festival, ricchi di incontri, dibattiti e occasioni di confronto, ma anche attraverso il bellissimo lavoro realizzato da Ascanio Celestini, direttore artistico del festival, e da Cantieri Meticci, di raccolta di video, immagini e voci degli abitanti dell’isola.