Palestina. Continua la “lotta delle pance vuote”

Dal 17 Aprile scorso circa duemila prigionieri  palestinesi sono in sciopero della fame per protestare contro le condizioni di detenzione delle carceri israeliane, l’uso arbitrario dell’isolamento, la negazione di visite famigliari per i detenuti da Gaza e la mancanza di accesso all’educazione universitaria. I prigionieri, in particolare, protestano soprattutto contro la pratica legale della “detenzione