I rimpatri dei migranti maliani mettono alla prova gli accordi tra Europa e Africa

(da internazionale.it) – Aeroporto di Bamako. Se non fosse per il nutrito comitato d’accoglienza a bordo pista, l’aereo appena atterrato sembrerebbe un volo di linea come tanti altri. Ma oggi non c’è nessun arrivo in programma a quest’ora. Vicino ai giornalisti, in prima fila ai piedi della scaletta, funzionari governativi in giacca e cravatta, operatori dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) in Mali con le pettorine blu e una carrozzina, il capo della protezione civile di Bamako e un gruppo di svogliati militari in tuta mimetica.

“Il Mali è il nuovo Afghanistan” Riccardi lancia l’allarme

Riportiamo l’intervista al Ministro Riccardi realizzata dal  Corriere della Sera in cui il Ministro per la cooperazione spiega la necessità della presenza italiana nel mondo. Scarica l’intervista al Ministro L’UNHCR ha espresso apprezzamento per la donazione del governo italiano in favore dei rifugiati in fuga dal Mali. Scarica il comunicato stampa dell’UNHCR

Apprezzamento per la donazione del governo italiano in favore dei rifugiati in fuga dal Mali

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime apprezzamento per la donazione del valore di 138mila euro che il governo italiano – attraverso Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione ed il Ministero degli Esteri – ha voluto concedere all’UNHCR in favore dei rifugiati in fuga dal Mali ed ospitati presso i campi