Palestina. Continua la “lotta delle pance vuote”

Dal 17 Aprile scorso circa duemila prigionieri  palestinesi sono in sciopero della fame per protestare contro le condizioni di detenzione delle carceri israeliane, l’uso arbitrario dell’isolamento, la negazione di visite famigliari per i detenuti da Gaza e la mancanza di accesso all’educazione universitaria. I prigionieri, in particolare, protestano soprattutto contro la pratica legale della “detenzione

Intervista alla delegazione palestinese in Italia per il “bio-distretto di Gerusalemme”

Nell’ambito del progetto di “Sostegno per un Bio-Distretto a Gerusalemme” dal 7 al 13 maggio è stata presente in Italia una delegazione palestinese composta da: Ikrema Rayyan (Beit Doqu Development Society), Shafik Morrar (agricoltore a Beit Doqu) e Farouk Morra (agricoltore a Beit Doqu). Ascoltate l’intervista che ci hanno rilasciato.

Cooperazione e sviluppo rurale tra Sassari e Palestina

Martedì 15 maggio si terrà presso l’Aula Magna “Lessing”, all’ex Facoltà di lingue e letterature straniere di Sassari,  la presentazione del progetto di intervento integrato di sviluppo economico e rurale nel villaggio palestinese di Beit Doqqu a sostegno di attività artigianali e produttive nel settore agricolo e della trasformazione agroalimentare, finanziato dalla Regione Autonoma della

Delegazione palestinese in Italia per il “bio-distretto di Gerusalemme”

Nell’ambito del progetto di “Sostegno per un Bio-Distretto a Gerusalemme” dal 7 al 13 maggio sarà presente in Italia una delegazione palestinese composta da: Ikrema Rayyan (Beit Doqu Development Society), Shafik Morrar (agricoltore a Beit Doqu) e Farouk Morra (agricoltore a Beit Doqu). L’obiettivo del progetto è contribuire a migliorare le condizioni socio-economiche delle famiglie

Marco e Giorgio, due cittadini italiani arrestati dalle autorità israeliane

Il giorno 11 aprile 2012 sono stati arrestati due cittadini italiani,  Marco e Giorgio, dalle forze di occupazione israeliane nella città di Hebron, con l’accusa di partecipazione a manifestazione illegale  e violenza sui militari. Si tratta di due attivisti impegnati in azioni non violente, che stavano partecipando alla Conferenza Internazionale per la Resistenza Popolare. Gli

Il Giorno della Terra, in Palestina e nel resto del mondo

Il 29 marzo 1976 il governo israeliano annunciava il suo piano di confiscare migliaia di dunum (un dunum equivale a 1000 mq) di terra palestinese nella regione di Galilea per la sicurezza dei coloni che vi si erano stanziati, oltre ad imporre un coprifuoco sui villaggi palestinesi in Israele. L’iniziativa ebbe una risonanza enorme e

Hanaa Shalabi espulsa verso la Striscia di Gaza

Dopo 43 giorni di sciopero della fame, Hanaa Shalabi, la donna palestinese posta dalle Autorità Israeliane in detenzione amministrativa a febbraio in quanto sospettata di appartenere a un movimento del Jihad islamico, ma senza incriminazioni formali, è stata espulsa verso la Striscia di Gaza per porre fine alla sua protesta. Secondo l’avvocato della donna, che

ARCS sostiene l’appello di “Friends of Humanity International” per il rilascio di Hanaa’ Shalaby

“Friends of Humanity International” ha espresso la sua profonda preoccupazione per la salute di Hanaa’ Shalaby, una donna palestinese imprigionata nelle carceri israeliane. L’organizzazione ha chiesto alla comunità internazionale di salvare la sua vita e alle Autorità di Occupazione Israeliane di rilasciarla subito. Il gruppo ha spiegato che la vita di Shalaby Hanaa (30 anni),

Gerusalemme 27/11/2011: Prima Conferenza dei Giovani Palestinesi

Il 27 Novembre 2011 si è tenuta a Gerusalemme la prima conferenza di giovani palestinesi, alla quale hanno partecipato più di 200 ragazzi dai 17 ai 30 anni provenienti da diverse parti della città. La Conferenza è stata organizzata dal Dipartimento per lo Sviluppo giovanile- Società degli Studi Arabi, sotto la supervisione del Ministro Palestinese