fbpx

ACQUA E’ VITA

Il Camerun è un paese dell’Africa Centrale che, per la sua varietà climatica, viene chiamato l’Africa in miniatura. Dal sud al nord si incontrano infatti le foreste pluviali del bacino del Congo, le savane arbustive, quelle aride e le zone semi desertiche dell’estremo nord. La zona dove è attiva ARCS è la Regione dell’Ovest, conosciuta per le sue montagne ed i plateau coperti di foresta a tratti lussureggiante, a tratti decisamente antropizzata. In Camerun si parlano ufficialmente il francese e, in alcune aree, l’inglese oltre a circa 200 lingue locali e dialetti. La popolazione è pacifica e accogliente ma molto esigente da parte degli stranieri in termini di rispetto delle norme e delle tradizioni locali. I Bamileké, gruppo etnico della zona, praticano il culto degli antenati in un interessante sincretismo con la regione cattolica.

OBIETTIVO:

L’obiettivo del workshop di fotografia sociale è quello di avvicinare i partecipanti alle problematiche legate all’acqua in Camerun e di documentare la realtà del villaggio di Bankondji attraverso la fotografia. Dal 2007 l’Arci promuove e organizza dei workshop di reportage, tenuti dal fotografo Giulio Di Meo, con l’obiettivo di avvicinare giovani italiani a determinate realtà e problematiche attraverso la fotografia sociale.

ATTIVITÀ:

Il corso ha l’obiettivo di guidare i partecipanti nello sviluppo di un racconto fotografico sulla realtà interessata, ma allo stesso tempo sarà anche occasione per realizzare un’esperienza di scambio, confronto e dialogo tra italiani e camerunensi.

Il workshop si svilupperà in 9 giorni durante i quali si analizzeranno le diverse fasi necessarie alla realizzazione di un reportage: l’idea, la pianificazione del progetto, il lavoro di gruppo, il lavoro sul campo, l’editing e la presentazione finale del progetto.

Ogni giorno si andrà in giro a fotografare, provando a catturare “istantanee” che raccontino la vita e le attività del villaggio di Bankondji, che documentino le problematiche legate all’approvvigionamento di acqua e che denuncino le difficoltà affrontate dalla popolazione.

Ogni sera si dedicherà qualche ora all’editing delle foto scattate, con discussione e confronto tra i vari partecipanti e con il coinvolgimento degli abitanti del villaggio di Bankondji. Durante il workshop saranno selezionate le immagini migliori che andranno a formare il portfolio personale e il lavoro collettivo. Le foto più rappresentative saranno utilizzate per la realizzazione di una presentazione multimediale e di una mostra collettiva in Italia.

Durante le giornate del workshop, inoltre, i partecipanti avranno modo di organizzare e condurre, un breve laboratorio fotografico con i bambini delle scuole elementari del villaggio di Bankondji.

Per organizzare questa attività con i bambini stiamo raccogliendo MACCHINE FOTOGRAFICHE DIGITALI USATE da portare in Cameroun e lasciare in loco. I partecipanti al campo possono supportarci nella raccolta delle macchinette digitali con donazioni proprie o di persone a loro vicine.

PARTNER LOCALE:

Il partner locale è il comitato di sviluppo del villaggio di Bankondji, Codebank 2000. Il loro apporto al progetto è in termini di appoggio logistico e mobilitazione delle risorse umane in loco. Con poca esperienza in fatto di gestione di progetti, il Codebank è fortemente radicato nella realtà locale e conosce alla perfezione tutti i problemi del territorio. Il nostro partner è inoltre molto attivo e dinamico grazie agli sforzi del comitato direttivo, che può contare su una base molto ampia di membri del villaggio residenti in Camerun ed all’estero, attivi della diaspora. L’organizzazione ha fornito al villaggio le risorse per elettrificare una delle scuole materne, fornire banchi e costruire alcune classi per la scuola media del villaggio. I membri del Codebank hanno inoltre contribuito alla modernizzazione del locale centro di salute, il quale purtroppo ancora necessita di interventi per essere pienamente funzionale. Infine, sono stati proprio loro, attraverso l’iniziativa di un membro del comitato a contattare Arcs per riabilitare la rete idrica del villaggio, in disuso dal 1987.

PERIODO:

28 dicembre 2014 – 6 gennaio 2015

LUOGHI: 

Bankondji, a 11 km di “pista rossa” si arriva al cuore del villaggio. Circa 3000 abitanti molto sparpagliati sul territorio, 5 scuole (2 medie e 3 elementari), un centro di salute mal equipaggiato e, nella parte alta, la Chefferie –il palazzo del capo villaggio- (meno suggestiva rispetto ad altre ma comunque interessante). In giro per il villaggio le fontane che saranno riabilitate e nel punto più alto la torre piezometrica oggetto anch’essa dei lavori. Tutt’intorno colline e foresta.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 

EURO 1950

La quota di partecipazione comprende viaggio aereo da Roma a Yaoundè, visto, vitto, alloggio, assicurazione, spostamenti interni, partecipazione al workshop.

ISCRIZIONI: 

Le iscrizioni sono aperte fino al 25 Novembre 2014. Per iscriversi al campo si deve inviare la scheda di iscrizione scaricabile dal sito e leggere con attenzione il regolamento per i workshop fotografici. Gli iscritti saranno contattati subito dopo la scadenza del campo per effettuare il versamento della quota entro i termini stabiliti da Arcs.

ALLOGGIO: 

L’alloggio è previsto in casa privata affittata ad hoc, fornita di camere abbastanza confortevoli, e di servizi igienici. I partecipanti vivranno tutti insieme nella casa affittata e si organizzeranno in turni per la pulizia dei locali comuni.

LOGISTICA:

Da portare: 

  • Sacco-lenzuolo o sacco a pelo leggero;
  • Zanzariera da viaggio, meglio se impregnata;
  • Repellenti antizanzare, zampironi e fornelletto elettrico;
  • Attrezzature video e foto (necessarie per svolgere le attività previste);
  • Vestiti comodi e scarpe da trekking/marcia;
  • Una giacca a vento o k-wayed una felpa per la sera;
  • Ogni altro farmaco o accessorio per l’igiene personale.

IMPORTANTE: CARTE BANCOMAT O CARTE DI CREDITO
Le due banche locali accettano SOLO carte del circuito VISA (Bancomat o carta di credito VISA, postepay VISA). In alternativa portare contante (EURO, di preferenza taglio 10-20-50-100)

Materiale fotografico:

  1. Macchina Reflex o Mirrorless
  2. Obiettivi (preferibilmente grandangoli)
  3. Filtri di protezione per tutte le ottiche (vanno benissimo filtri Uv o Skylight)
  4. Caricabatterie e batterie macchina fotografica (meglio se due)
  5. Kit pulizia camere e obiettivi (Aria compressa/salviette umide per occhiali/ecc.)
  6. Adattatori per corrente
  7. Laptop (Non strettamente necessario)
  8. Hard disc esterno
  9. Cd con i driver della macchina (per chi scatta in raw)

Procedure sanitarie e per il rilascio visto:

IMPORTANTE: per il rilascio del visto i partecipanti dovranno avere in loro possesso (entro e non oltre la prima settimana di Dicembre 2014):

– libretto sanitario internazionale (quello giallo);

– vaccinazione contro la febbre gialla certificata sul libretto;

– passaporto valido almeno 6 mesi;

AVVISO SANITARIO EBOLA

Il Camerun non ha sinora registrato casi di ebola. Le autorità hanno innalzato il livello di allerta, sospendendo i voli e tutti gli spostamenti, per via terrestre, marittima, fluviale, lacustre, da e per i Paesi interessati e istituendo controlli sanitari a tutti i posti di frontiera.

MALARIA
Consigliabile ma non obbligatoria la profilassi antimalarica, consultare la propria ASL.

PARTECIPANTI:

Il campo si realizzerà solo se si raggiungerà il numero minimo di 6 partecipanti entro la data di scadenza delle iscrizioni.

TUTORAGGIO:

Sono previsti un tutor in loco e uno dall’Italia; in questo caso, l’accompagnatore dall’Italia sarà il fotografo stesso Giulio Di Meo. Si collaborerà inoltre con il partner locale e le persone del posto.

IPOTESI DI PROSEGUIMENTO DELLE ATTIVITA’ DOPO IL CAMPO:

In base all’interesse dei partecipanti, è prevista la possibilità di organizzare una mostra fotografica dove esporre gli scatti dei partecipanti, raccontando così la propria esperienza e sensibilizzando sulle tematiche sociali documentate.

 

Per qualsiasi informazione potete scrivere a: campidilavoro@arci.it e info@giuliodimeo.it