fbpx

20Ottobre2011 Interrogazione parlamentare del PD sul blocco dell’erogazione dei contributi dei progetti promossi MAE

Condividi

Interrogazione a risposta immediata in Commissione

Al Ministro degli Affari esteri e al Ministro dell’economia e Finanze,

per sapere,

premesso che,

le organizzazioni non governative impegnate in progetti di sviluppo approvati e rendicontati dal Ministero degli Affari esteri sollecitano da tempo l’erogazione dei contributi delle seconde e terze annualità dei progetti di cooperazione internazionale in corso;

a fronte delle sollecitazioni delle organizzazioni non governative interessate, il Ministero degli Affari Esteri ha risposto sistematicamente che non sono attualmente possibili né previste per l’immediato futuro erogazioni a causa della mancanza di liquidità in cassa; né sono state finora indicate le date di un possibile sblocco;

i fondi in questione sarebbero fondi già in bilancio e già nelle disponibilità di cassa del Ministero degli Affari Esteri, ma sembrerebbero essere bloccati dal Ministero dell’ Economia e Finanze per esigenze di tesoreria;

dopo i pesantissimi tagli alle attività di cooperazione del 2011 e degli anni a venire, siamo ora giunti al blocco delle risorse già stanziate e deliberate, non solo senza alcun beneficio per il bilancio dello Stato, ma con la quasi certezza per lo Stato italiano di perdere qualsiasi causa fosse intentata dalle Ong, e conseguentemente con il rischio elevatissimo di dover un domani pagare gli interessi e le conseguenti spese legali;

con il perdurare di questo blocco dei fondi, decine e decine di progetti di cooperazione promossi dalle Ong – che notoriamente si rivolgono alle fasce più deboli della popolazione mondiale – dovranno essere sospesi o addirittura cancellati, con grave danno per i beneficiari, per l’immagine e la credibilità dell’ Italia, e con il grave rischio per le Ong italiane, in virtù della forte esposizione finanziaria che esse hanno assunto, di dover interrompere la propria attività in quei paesi in cui operano da anni:-

se corrisponde al vero che le seconde e terze annualità dei progetti promossi dalle Ong ai sensi della legge 49/87, pur stanziati e deliberati, non vengono erogati per mancanza di disponibilità di cassa, e quando sarà ripristinata la loro regolare erogazione.

se sono stati presi i provvedimenti necessari a ridurre l’impatto negativo che il blocco dei progetti produce sull’immagine internazionale dell’Italia, sui danni che ne deriveranno ai popoli beneficiari e sulle conseguenti gravi difficoltà in cui vengono a trovarsi le Ong impegnate alla realizzazioni di tali progetti.

Tempestini, Pistelli, Barbi, Corsini, Narducci

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti