fbpx

13Dicembre2011 Cooperazione: PD, servono più risorse e nuova visione

Condividi

Dichiarazione di Nicola Manca responsabile Cooperazione internazionale del PD

Il ministro della Cooperazione internazionale è una novità importante che può cambiare le politiche di cooperazione con un indirizzo chiaro e innovativo. Si possono recuperare risorse per avviare una nuova fase di aiuti che si ispiri ad una coerenza delle scelte e che non si riduca ad una visione “caritatevole”. La cooperazione oggi può essere uno straordinario strumento di lotta alle disuguaglianze; di sostegno alle scelte di co-sviluppo con i Paesi poveri: non è una modalità residuale che nella crisi globale viene messa da parte in attesa di momenti migliori, al contrario è una possibilità per contrastare la povertà e far crescere nuovi paesi e dare possibilità concrete per invertire tendenze protezioniste ed illusioni autarchiche.

L’Europa sta disegnando una nuova dimensione della cooperazione delegata che offre anche al nostro Paese la possibilità di inserirsi in un processo virtuoso di buone politiche di cooperazione. Ci aspettiamo dal ministro Riccardi un segnale, un’indicazione che dia il segno di un percorso nuovo per le politiche di cooperazione internazionale e di Aiuto Pubblico allo Sviluppo. In questo contesto – come sottolineato dal ministro– è necessario l’aumento delle risorse e una concertazione effettiva con il ministero del tesoro come del resto previsto dalla L.49 del 1987.

Noi siamo pronti a fare la nostra parte ed aiutare, nella società e in Parlamento, a ricostruire una buona cooperazione.

Roma, 12 dicembre

PARTITO DEMOCRATICO
Ufficio Stampa

Tel. 06.69532.1
Via Sant’Andrea delle Fratte, 16 00186
http://www.partitodemocratico.it/

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti