fbpx

11Gennaio2012 Presentazione in Parlamento del Rapporto Ombra e delle Raccomandazioni CEDAW 2011 Convenzione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti delle donne

Condividi

Un importante momento di riflessione e di approfondimento vedrà protagonista la Piattaforma Lavori in corsa: 30 anni CEDAW, che apre il 2012 con la presentazione in Parlamento del Rapporto Ombra sui diritti delle donne e delle Raccomandazioni che il Comitato CEDAW ha rivolto all’Italia in occasione della 49° sessione di valutazione tenutasi lo scorso Luglio 2011 presso le Nazioni Unite a New York.

L’evento, organizzato da Fondazione Pangea onlus per la Piattaforma, si terrà Martedì 17 Gennaio 2012 dalle ore 10 alle ore 12 presso la Sala Mappamondo della Camera dei Deputati ed è aperto ai parlamentari dei diversi schieramenti politici, ai giornalisti e alla società civile.

La Piattaforma solleverà le questioni critiche più rilevanti e evindenzierà le principali problematiche emerse dall’analisi sullo stato dei diritti delle donne in Italia e delle politiche per la loro attuazione. Simona Lanzoni di Fondazione Pangea onlus, Barbara Spinelli diGiuristi Democratici, Rossana Scaricabarozzi di Action Aid Italia e Concetta Carrano di D.I.R.E. – Donne In Rete contro la violenza introdurranno il lavoro svolto e approfondiranno i temi relativi al quadro legislativo e istituzionale sulle discriminazioni e sugli stereotipi di genere, alla rappresentanza politica, al lavoro/welfare femminile e alla violenza nei confronti delle donne.

Interverranno in seguito il membro del Comitato CEDAW Violetta Neubauer e i deputati relatori invitati dalla On. Rosa Maria Villecco Calipari. Concluderà l’incontro la neo Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali Elsa Fornero. In questa occasione verrà presentata e distribuita la sintesi divulgativa del Rapporto Ombra elaborato dalla Piattaforma Lavori in corsa: 30 anni CEDAW.

Invito e programma

Invito_ 17_1_2012

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti