fbpx

05Marzo2012 Le raccomandazioni dell’EMHRN e delle ONG palestinesi per il nuovo Action Plan

Condividi

L’Unione Europea e l’Autorità Palestinese si apprestano ad adottare un nuovo Action Plan in sostituzione di quello siglato nel 2005. Le organizzazioni dell’ EMHRN e le ONG schierate in difesa dei diritti umani in Palestina hanno preparato alcune raccomandazioni affinché vengano sancite nel nuovo Piano il rispetto della democrazia, della legge, dei diritti umani e delle libertà fondamentali da troppo tempo vittime di un processo di deterioramento in tutti i Territori Occupati. Ecco alcune di queste raccomandazioni:

  • Affinché il piano possa essere operativo gli obiettivi che riguardano i diritti umani e la democrazia devono essere tradotti in azioni concrete e in programmi accompagnati da operatori misurabili e da una chiara tabella di marcia; inoltre bisogna prevedere un meccanismo di verifica
  • La parità di genere deve essere inserita come obiettivo specifico, nonché integrata in tutti i capitoli del piano d’azione.
  • L’Unione Europea deve incoraggiare la PA a definire comprensibili strategie riguardo il rispetto dei diritti umani, in stretta collaborazione con le organizzazioni della società civile palestinese
  • Le organizzazioni europee e palestinesi della società civile devono essere coinvolte nella progettazione, implementazione e valutazione del futuro Piano

Per maggiori info consulta il documento integrale ( in inglese)

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti