fbpx

02Aprile2012 Da Rio De Janeiro a Roma, l’esperienza di due giovani educatori brasiliani

Condividi

Barbara e Paolo sono due giovani brasiliani che vivono nella favela di Santa Marta a Rio De Janeiro, attivisti ed animatori del Gruppo Eco, un gruppo di volontari  che da 30 anni si occupa di sostenere fra la gente della favela processi educativi, solidarietà e lotta alla povertà.

Da alcuni giorni i due ragazzi sono arrivati a Roma per partecipare ad un interscambio formativo tra educatori italiani e brasiliani all’interno del progetto “PERIS- Percorsi di Inserimento Sociale e lavorativo di giovani e donne della municipalità di Rio de Janeiro, Brasile”, promosso da Arcs. Si tratta  di lavorare per due settimane  nello spazio di una ludoteca romana, Il Semaforo Blu, gestito dalla Cooperativa Diversamente nel quartiere del Quadraro. Il  modello di ludoteca proposto è articolato in cinque aree di intervento che corrispondono a cinque “modi di essere” del gioco: creare, esprimersi, muoversi, giocare, imparare. Barbara e Paolo stanno avendo  la possibilità di confrontarsi con i loro colleghi italiani su tecniche  e metodologie dell’educazione ed animazione con bambini ed adolescenti.

Per i due giovani questo è il primo viaggio in Europa ed in generale il primo viaggio fuori dal Brasile. E’ bastato poco ai due per adattarsi al nuovo ambiente, socievoli ed affettuosi hanno presto stabilito relazioni di amicizia con i colleghi e con le famiglie dei bambini che frequentano la ludoteca ed hanno anche trovato il modo per entrare a far parte di una squadra di calcetto del quartiere che ha apprezzato subito la creatività e la fantasia calcistica tipicamente brasiliane!

Il lavoro nella ludoteca è interessante e coinvolgente, così come la vita di quartiere e la possibilità di visitare Roma sono una grande opportunità per i due che ogni giorno, prima del lavoro pomeridiano, dedicano qualche ora a passeggiare nel centro, appassionandosi a questa città museo.

Ci dice Barbara: “Qui la gente è aperta e affettuosa come da noi, stiamo molto bene. A volte la sera sentiamo un po’ di nostalgia per il nostro Brasile ma ci addormentiamo pensando con entusiasmo al  sapore del cornetto e cappuccino della mattina, ci sentiamo già a casa”.

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti