fbpx

11Giugno2012 [progetti] Civil Trust Building: un progetto per l’allargamento della Ue ai Balcani occidentali

Condividi

Il progetto Civil Trust Building, di cui ARCI è partner, nasce dalla convinzione che solo attraverso un’adeguata informazione circa la situazione attuale dei paesi candidati e di quelli potenziali tali della regione dei Balcani occidentali, i cittadini possano acquisire familiarità con la prospettiva del futuro allargamento dell’Ue. Gli obiettivi che ci si è posti sono molto pratici e di breve periodo: fornire informazioni concrete e aggiornate al più vasto pubblico possibile dei sei stati membri dell’Ue coinvolti nel progetto; “costruire ponti” tra i cittadini degli Stati membri dell’Ue e quelli dei paesi candidati; sensibilizzare l’opinione pubblica e far comprendere l’importanza del progetto europeo; favorire la formazione di una identità europea nell’area dei paesi partecipanti attraverso azioni oltre confine.

Il ruolo che le  organizzazioni della società civile possono svolgere per questi scopi è estremamente importante: la promozione di dibattiti pubblici e la realizzazione di campagne di informazione e di sensibilizzazione sono elementi essenziali che devono essere messi in campo. Accanto a questi ci sono, poi, una serie di strumenti informativi di supporto che verranno utilizzati, tra cui: un questionario sull’allargamento, una brochure con le informazioni sul progetto, sul paese e sulle specialità gastronomiche locali, i materiali di public relation, una pubblicazione finale con dvd annesso, un sito web.

Le attività previste sono tre: lo stage, una consultazione nazionale e un bus-tour. Per quanto riguarda lo stage, 7 rappresentanti delle organizzazioni della società civile dei Balcani occidentali trascorreranno un periodo di 2 settimane in uno dei paesi partner del progetto

e contribuiranno al lavoro dell’organizzazione che li ospiterà. Ciò includerà la distribuzione del questionario e la preparazione delle altre due attività. Le consultazioni nazionali dei cittadini saranno organizzate nei sei paesi del progetto e saranno discussi temi specifici, quali : migrazione e immigrazione, disoccupazione, lotta alla criminalità organizzata e al terrorismo, istruzione, identità culturale e politica europea di vicinato. L’evento sarà organizato anche in Italia, ed è previsto per 15 giugno a Roma presso la sede ARCI. I risultati delle consultazioni serviranno come materiale di riferimento per il bus-tour, l’ultima attività da svolgere: si tratta di un percorso in pullman con  l’obiettivo di comunicare l’idea di allargamento secondo i cittadini dei paesi candidati e di quelli potenziali al cittadino medio degli stati già membri dell’Ue. Il tour durerà otto giorni, dall’8 al 15 settembre 2012, facendo tappa a Bratislava, Budapest, Vienna, Lubiana e Udine. Ad ogni fermata sarà allestito il Labirinto dell’Allargamento, un’installazione itinerante di 100 mq.

Siamo convinti che i paesi dei Balcani occidentali abbiano delle potenzialità per partecipare ai principali processi europei e contribuire a plasmare l’Europa del futuro. Noi e  European House (project leader), insieme ai partner della società civile di altri cinque Stati membri dell’Ue, siamo impegnati affinché ciò si realizzi.

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti