fbpx

25Giugno2012 [ttf] Un Goal per la Campagna ZeroZeroCinque

Condividi

Si è giocata, nella giornata di venerdì 22 giugno, una importante partita di calcio: la Cancelliera tedesca Merkel, il Presidente francese Hollande, il Presidente spagnolo Rayoj e il Presidente italiano Monti capitanati da Robin Hood, un broker e un finanziere che si disperano per le reti subite, una dopo l’altra. I leader, hanno segnato però la rete decisiva nella partita, quella che riguarda l’introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie (TTF) in Europa.

Nello stunt realizzato dalla Campagna ZeroZeroCinque, una campagna italiana collegata con l’analoga internazionale “Make Finance Work (www.zerozerocinque.it/), in Piazza Montecitorio, il goal non era solo una finzione. Anche nella realtà, è  un primo passo in avanti per una tassa che gode il favore di oltre il 60% dei cittadini europei e che la Campagna ZeroZeroCinque insieme alle omologhe campagne internazionali, chiede ai Leader europei di introdurre per regolamentare il mercato finanziario, frenando la speculazione e generando un gettito da destinare per metà ad obiettivi di sviluppo sociale all’interno dei paesi che la applicano e, per l’altra metà ad obiettivi internazionali per la cooperazione allo sviluppo e per affrontare le sfide globali poste dai cambiamenti climatici.

Per i promotori della campagna, la prospettiva di procedere all’introduzione di questa tassa per opera di una coalizione di stati europei, attraverso lo strumento giuridico della “cooperazione rafforzata”, è un’opzione reale che si richiede venga confermata già al prossimo Consiglio Europeo del 28/29 giugno. La conferenza stampa a conclusione del vertice di Roma ha rafforzato quanto emerso all’Ecofin, un sostanziale accordo tra i quattro leader sulla TTF e la volontà di introdurla il prima possibile attraverso la procedura della cooperazione rafforzata.

C’è bisogno di una squadra di 9 paesi europei in grado di far avanzare la proposta della TTF attraverso la procedura di cooperazione rafforzata e, i leader che giocano la partita, devono guidare la squadra per la vittoria, in nome della società civile europea che lo chiede a gran voce.

La Financial Transaction Tax, ispirata all’idea del Premio Nobel James Tobin che ne ha proposto l’introduzione già nel 1978, rappresenta  uno degli strumenti più efficaci per arrestare la speculazione sui mercati, per generare un reddito da destinare alla tutela dei Beni Pubblici Globali, per frenare lo strapotere della finanza. L’unico impedimento è  la volontà politica.

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti