fbpx

24Luglio2012 Per l’Agenzia AID le dichiarazioni dell’UE non aiutano a fermare gli insediamenti israeliani

Condividi

Si è svolto a Bruxelles l’annuale EU-Israel Association Council, il più alto incontro politico tra le due parti.

In reazione agli esiti della riunione, Jeremy Hobbs, Direttore esecutivo di Oxfam International, ha dichiarato:

“La condanna da parte dell’Europa dell’espansione degli insediamenti di Israele è benvenuta, ma le sole parole non bastano quando la vita della gente continua a peggiorare.

Dichiarazioni simili sono state fatte durante il EU-Israel Association Council del’anno scorso. Eppure abbiamo assistito ad un forte aumento nella costruzione di nuovi insediamenti in tutta la Cisgiordania.

Nel frattempo, la deportazione di palestinesi e la demolizione delle loro case e delle loro cisterne per l’acqua, molte delle quali finanziate dai contribuenti dell’UE, da parte di Israele sono aumentate.

Per vedere un cambiamento positivo sul terreno, l’Europa deve intervenire e assumere un ruolo di leadership. I governi dell’UE devono far corrispondere alle loro parole misure urgenti e concrete per spingere verso una fine immediata della costruzione degli insediamenti e della demolizione illegale di infrastrutture civili palestinesi “.

Scarica il documento “Words are not enough”

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti