fbpx

15Ottobre2012 Alcuni contributi importanti sul post Forum

Condividi

Il Forum della Cooperazione Internazionale è terminato ed è tempo di bilanci. Ecco alcuni importanti approfondimenti sulla questione tratti da Mondo Solidale di Repubblica.it
Il dopo-Forum della Cooperazione. ” Ci aspettiamo coerenza e lungimiranza” di Francesco Petrelli, Responsabile Relazioni Istituzionali Oxfam Italia. “Il dibattito sull’argomento torna alla ribalta, come testimoniato dalla presenza a Milano del Presidente Monti e di tanti ministri. Adesso speriamo torni anche al centro dell’agenda politica, a partire dalla prossima campagna elettorale. La Cooperazione non è un lusso, ma una necessità, E’ un modo per capire quanto e come l’Italia concepisce se stessa, quale identità e quale missione vuole darsi nel mondo”.
Cooperare per responsabilità o convenienza? La svolta italiana e ruoli della società civile, di Raffaella Chiodo Karpinsky. “Ripensare il concetto di aiuto umanitario. E’ la parola d’ordine del processo che ha portato al Forum di Milano. Il documento finale annuncia sempre più l’entrata in scena “dell’alta finanza, del profit, low profit e non profit” e sfuma definitivamente la Cooperazione come legata al principio di generosità o responsabilità solidale, per affermare quello di Cooperazione che si fa perché conviene”.

Forum della cooperazione. Inaccettabile l’imposta sulle armi, di Silvia Stilli. “Il Forum di Milano, nel suo documento finale. 1 ha portato al centro del dibattito la politica e le pratiche della cooperazione internazionale, non più come elemento aggregato alla politica estera, ma come visione strategica, condivisa e unitaria. Tuttavia, per liberare risorse per l’aiuto, viene identificata l’imposta sulla vendita delle armi, che è inaccettabile perché va nella direzione opposta con quanto sopra riportato”.

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti