fbpx

23Gennaio2013 Verso l’Expo dei Popoli 2015

Condividi

A Milano,il 14 gennaio scorso, il Consiglio Comunale ha approvato una mozione che «impegna il Sindaco e la Giunta a sostenere il percorso del Comitato Expo dei Popoli e la realizzazione dell’assemblea Expo dei Popoli che – in concomitanza o a ridosso dell’Assemblea delle Nazioni Unite che dovrà valutare i risultati della Campagna del Millennio e definire le successive strategie – si svolgerà a Milano nel 2015 con l’obiettivo di discutere le politiche di sviluppo e di lotta alla povertà e far giungere a tutti i governi riuniti alle Nazioni Unite le proposte della società civile e dei popoli del mondo». Un passo ritenuto importante dalle associazioni che fanno parte del Comitato, più di 25, perchè si tratta dell’avvio un possibile percorso concreto di collaborazione fra istituzioni e società civile non solo per la città, ma per il Paese e in ottica internazionale. Il Comitato si è costituito allo scopo  di realizzare un Forum in concomitanza o a ridosso dell’Assemblea delle Nazioni Unite (che dovrà valutare i risultati degli Obiettivi del Millennio e definire le successive strategie) per discutere delle politiche di sviluppo e di lotta alla povertà dalla parte delle comunità sociali del mondo. Per questo l’impegno del Comitato da qui al 2015 è nella  costruzione di partenariati con reti nazionali e internazionali attive in tema di diritto al cibo, all’energia e allo sviluppo sostenibile: così si intende dare concretezza,con proposte sostenibili e condivise a livello della società civile globale, ai temi dell’Expo istituzionale, racchiusi nel motto “nutrire il pianeta; energia per la vita “ . Una prima tappa internazionale importante da qui al 2015 è il prossimo settembre 2013, con l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che dovrà anche rimettere insieme i percorsi e le contraddizioni emerse con Rio+20: il Comitato Expo dei Popoli l’ha segnata nella propria agenda di occasioni di confronto e proposta della società civile a Milano, nella costruzione del partenariato globale verso il Forum. E un’altra tappa importante da inserire nel calendario di lavoro del Comitato sono quelle collegate alla Presidenza italiana dell’Unione Europea (secondo semestre 2014).

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti