fbpx

09Aprile2013 Lettera al Ministro Cantini in merito ai fondi mae 2013

Condividi

Oggetto: Impiego Risorse sul Capitolo 2181 per l’anno 2013

Gentile Ministro Cantini,
La presente fa seguito alla riunione tra AOI, CINI, Link 2007 Cooperazione in Rete e la DGCS del 4 aprile 2013, inscritta in un ampio percorso di collaborazione, avviato nel settembre del 2012, finalizzato all’aggiornamento dei criteri e delle modalità di presentazione, valutazione, approvazione e gestione dei progetti a  valere sul capitolo in oggetto. Nostro scopo è formalizzare e condividere con la DGCS alcuni orientamenti riassunti nei punti a seguire.

  1.  Le scriventi organizzazioni ritengono che vada in ogni modo assicurato il pieno utilizzo delle risorse disponibili sul capitolo 2181, al fine di valorizzare la volontà espressa dal Parlamento e dal Governo in occasione del varo della legge di stabilità del 2013. Questo, nella convinzione che l’impiego delle risorse stanziate rappresenti una priorità sia per le ONG e sia per l’amministrazione. Il non impiego di tali risorse e il loro riassorbimento nel bilancio dello stato rappresenterebbero infatti un danno per tutto il sistema della cooperazione; limitando il prezioso apporto del mondo non governativo italiano si vanificherebbe lo sforzo prodotto in quest’ ultimo anno dal Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione e dal governo attualmente in carica, che, pure in un periodo difficile, ha prodotto una prima importante inversione di tendenza nella disponibilità di risorse per la cooperazione allo sviluppo. Per queste ragioni e per facilitare l’individuazione delle soluzioni più idonee le ONG aderenti alle tre organizzazioni scriventi ritengono auspicabile l’impegno diretto da parte dei Viceministri agli Affari Esteri e del Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione.
  2. Le scriventi organizzazioni di ONG desiderano riaffermare la condivisione dei principi ispiratori delle nuove procedure in via di definizione, avendo esse stesse indicato già da molto tempo il sistema europeo come riferimento al quale ispirarsi. In particolare, sono favorevoli ad un sistema basato su criteri di efficienza, obiettività e trasparenza per l’assegnazione dei fondi. Tale sistema è coerente con i principi di efficacia dello sviluppo e di ownership democratica, discussi e condivisi tra gli attori pubblici e privati e la DGCS nei tavoli di lavoro e nella Task Force efficacia. Ritengono quindi necessario ed auspicabile che vengano definiti modalità e criteri chiari di selezione delle proposte progettuali, nell’interesse primario del sistema della cooperazione e delle comunità e dei partner locali con cui si opera.
  3. I rappresentanti delle ONG al Tavolo Procedure e, in generale, le scriventi organizzazioni continueranno ad adoperarsi al fine di facilitare l’efficace e tempestiva definizione e approvazione delle procedure di approvazione e gestione dei progetti, nello spirito dei principi espressi nella Delibera 141 del 2012 del Comitato Direzionale. A questo fine, risulterà essenziale il confronto con la DGCS sul “pacchetto procedurale” che, sulla base di quanto emerso nella riunione del 4 aprile 2013, sarà trasmesso dalla DGCS entro il 10 aprile 2013.
  4. Le scriventi organizzazioni non nascondono la preoccupazione circa i tempi necessari per il pieno impiego delle risorse entro l’anno 2013. Da tali preoccupazioni scaturisce la richiesta alla DGCS di voler valutare eventuali modalità operative che, nel rispetto della Delibera 141, possano scongiurare il rischio del non utilizzo delle risorse disponibili.

Certi della Sua consueta attenzione e comprensione, Le confermiamo la nostra piena disponibilità a collaborare concretamente per la qualificazione ed il rafforzamento della cooperazione italiana.

Cordialmente

AOI
Il Presidente
(Gianfranco Cattai)

CINI
La Portavoce
(Egizia Petroccione)

LINK2007
Il Presidente
(Paolo Dieci)

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti