fbpx

06Maggio2013 Mozambicani in Italia per uno scambio sul teatro dell’Oppresso

Condividi

Arriveranno in Italia a fine maggio 3 mozambicani dalla regione della Zambèzia. Sono ragazzi di diversi gruppi di teatro dell’oppresso che hanno collaborato all’interno del progetto di ARCS in Mozambico durante lo scorso anno attraverso la realizzazione di spettacoli teatrali in aree rurali della Regione della Zambézia per promuovere i diritti delle donne, affrontare e contrastare il tema della violenza domestica verso le donne e sensibilizzare sulla prevenzione dell’HIV.
Il progetto, in partenariato con Nexus ER, Iscos Er, Mani Tese, è co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna che da anni sostiene le attività in Mozambico di ARCS e del partner locale NAFEZA.
I mozambicani incontreranno il gruppo di TdO Krila e con loro realizzeranno uno spettacolo teatrale itinerante nella Regione per una settimana. Inoltre la presenza degli amici mozambicani sarà occasione per organizzare eventi pubblici di promozione del progetto in particolare in Emilia Romagna, ma ci sarà anche una tappa romana…. Seguiteci su facebook e twitter!

In Mozambico il progetto ha l’obiettivo di rafforzare gruppi di giovani e donne sull’empowerment economico, attraverso attività di risparmio e credito rotativo e di piccole azioni generatrici di reddito. Il tutto con un approccio comunicativo che parte dal basso, che utilizza il teatro comunitario come strumento di partecipazione ed espressione per le persone delle diverse comunità coinvolte nella Regione della Zambézia (Distretti di Mopeia, Morrumbala, Namacurra, Nicoadala e Quelimane).

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti