fbpx

10Novembre2014 Pinar del Rio: un riconoscimento importante al lavoro di ARCS

Condividi

punto_vendita_pinarIl progetto pilota annuale “Supporto allo sviluppo dell’agricoltura urbana e sub urbana e di un sistema di commercializzazione nella città di Pinar del Rio (eco agricoltura ed energie rinnovabili), finanziato dalla DGCS-MAE e concluso lo scorso mese di febbraio, continua a mostrare gli ottimi risultati ottenuti. Mentre sul versamento dell’innovazione tecnologia segue incessante la relazione avviata tra ARCS-ENEA e UPR – Universitá di Pinar del Rio grazie alla costituzione di una UTT – Unitá di Trasferimento tecnologico che presto dará alla luce un intervento sulle energie rinnovabili, sul versante agricolo arrivano i primi riconoscimenti grazie alla pubblicazione dei risultati produttivi dell’orto sperimentale “14 de Junio” pubblicati sul “Boletin Cantero” di ACTAF, partner locale dell’azione, rivista di riferimento a livello nazionale del settore agricolo. Grazie al lavoro di ARCS supportato dai tecnici di AUCS, RESEDA e dei partner locali ACTAF e UPR, l’area di 3,2 ha dell’orto sperimentale, oltre ad essere usata come area dimostrativa per la formazione dei produttori, ha mostrato standard di crescita di eccellenza in soli 6 mesi di funzionamento effettivo. Oltre ad aver aumentato il numero di lavoratori dell’orto da 2 a 7 (di cui 2 donne) ha incrementato la produzione di un 40% , introdotto 8 nuovi prodotti (fagioli, mais, pomodori, quibombo, patata dolce, fagiolini e cavolo) e, grazie anche all’azione comunicativa realizzata attraverso la promozione del logo 100% Natural – Producción Organica Pinar del Rio ha portato ad un aumento degli introiti delle vendite del 20%. Nello scorso mese di settembre “ l’Organoponico 14 de Junio” è stato premiato dal Ministero Agricoltura di Pinar del Rio come l’unitá produttiva che ha mostrato i migliori standard di crescita su circa 70 presenti nel territorio municipale. Va inoltre detto che grazie all’uso dei pannelli solari per l’irrigazione si risparmiano 830 kg di gasolio (0,83 TEP) e si riducono di 4,9 tonnellate l’anno di emissioni inquinanti (CO2), mentre utilizzando tecniche miste per l’irrigazione (sistemi a goccia, serbatoi elevati e irrigazione per gravità) si risparmiano piú di 4500 metri cubi di acqua garantendo quindi un’ampia sostenibilità ambientale.

Il progetto è stata solo una prima tappa sperimentale del programma che ARCS e i suoi partner italiani e cubano stanno realizzando nel territorio Cubano e che vedrá ulteriori sviluppi a partire del prossimo anno grazie anche ai buoni risultati mostrati dal progetto pilota.

I risultati del progetto, così come l’approfondimento delle innovazioni utilizzate, saranno discussi il 13 dicembre nel corso del SIDAM 2014 – Simposio sullo sviluppo Agrario Municipale organizzato annualmente dal Ministero Agricoltura di Pinar del Rio dove circa 250 rappresentanti di unità, produttive, istituzioni, imprese pubbliche, cooperative, associazioni, discutono dei progressi o delle problematiche incontrate nel corso dell’anno dei vari ambiti del settore agricolo

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti