fbpx

15Dicembre2015 Donare di più e meglio

Condividi

Si è realizzato l’11 dicembre a Roma, presso la Camera dei Deputati, l’incontro pubblico dal titolo “Donare di più e meglio”, organizzato dalla Scuola di Roma Fund-Raising.it in occasione del suo decennale e dall’Istituto Italiano della Donazione (IID), già promotore del Giorno del Dono.

L’evento è stata l’occasione per presentare il primo Manifesto per un nuovo Fundraising che raccoglie principi, linee d’intervento e spunti operativi che si ritiene siano necessari per migliorare le strategie di raccolta fondi, settore che, anche come conseguenza della crisi economica, ha acquistato negli ultimi anni un ruolo di crescente importanza: un patrimonio di idee e azioni che possano essere condivisi da tutti gli stakeholder pubblici e privati coinvolti nella sfida della crescita di una nuova cultura e pratica del dono.

Istituzioni pubbliche a livello nazionale e locale, organizzazioni non profit, aziende e fondazioni, mondo della comunicazione e dell’informazione: solo dalla sinergia tra tutti questi mondi e attori, la cultura della donazione potrà valicare i confini del mero filantropismo, della carità o del ritorno d’immagine e divenire un “volano per una piena realizzazione di una governance sociale, diffusa e responsabile del bene comune”.

Tra le diverse voci che hanno animato il dibattito sul Manifesto durante l’incontro, il sottosegretario alle Politiche Sociali Luigi Bobba, l’on. Edoardo Patriarca, il docente di Economia Politica Stefano Zamagni, ma anche rappresentanti di fondazioni, come Giorgio Righetti, direttore generale di Acri e di associazioni del terzo settore che hanno condiviso esperienze, testimonianze e buone pratiche, ma anche visioni critiche e sfide da affrontare nel futuro per la costruzione di uno strumento che rappresenti un “modo per la società civile di partecipare responsabilmente alla creazione di un nuovo welfare di comunità”.

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti