fbpx

15Luglio2016 Giardino dei Giusti di Tunisi: il messaggio di Francesca Chiavacci

Condividi

Il 15 luglio verrà inaugurato il Giardino dei Giusti di Tunisi, il primo in un Paese arabo, all’interno dell’Ambasciata italiana. L’iniziativa, frutto del lavoro congiunto di Gariwo e della Farnesina, ha ricevuto anche il sostegno di Arci.

Pubblichiamo di seguito il messaggio della presidente Francesca Chiavacci.

Gentile Presidente,

le esprimo, a nome di Arci nazionale, l’ammirazione e il sostegno per l’iniziativa che terrete a Tunisi il 15 di luglio. L’inaugurazione di un “Giardino dei Giusti” è sempre una ottima notizia, ancor più sapere che questo giardino sarà ospitato in un Paese arabo.

Nel tempo, quello che fu un giusto riconoscimento per chi si oppose all’Olocausto, è diventato un impegno verso tutte quelle persone che, con il loro agire, ci indicano comportamenti e strade di rispetto, di solidarietà, di difesa dei diritti, di civile convivenza, di pace anche a rischio della loro vita.

Ancor più lo deve essere in questi tempi dove l’intolleranza religiosa e culturale sembra marchiare le nostre società. Non facciamo mai venir meno il dialogo, la comprensione, la conoscenza reciproca.

La Tunisia, dove anche noi operiamo con la nostra ONG Arcs – Culture Solidali, è un Paese che cerca strade democratiche e difende valori universali nonostante i gravi attentati terroristici. Non lasciare sola la Tunisia significa, per noi, non abbandonare quel mondo arabo e musulmano che si batte contro i fondamentalismi e cerca il dialogo con le altre nazioni e gli altri popoli.

Con questo intendimento e con questo spirito le mando gli auguri più sinceri per la manifestazione del 15 luglio a Tunisi e il sostegno sentito per tutte quelle iniziative a cui darete vita e che abbiano al centro l’attenzione per le persone, la comunanza fra i popoli, la cooperazione verso un mondo migliore.

Mentre si aprono fratture che sembrano incolmabili, gli uomini di buona volontà lavorano per costruire ponti.

Cordialmente
Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci

Leggi anche il comunicato stampa di Arci

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti