fbpx

28Dicembre2016 Siria, nuovo cessate il fuoco negoziato da Russia e Turchia

Condividi

da left.it

Turchia e Russia hanno concordato un piano di cessate il fuoco per la Siria, che dovrebbe entrare in vigore a mezzanotte. Questa la notizia rilanciata dall’agenzia di stampa Anadolu.

Il piano mira a espandere a tutto il Paese un cessate il fuoco concordato ad Aleppo all’inizio del mese per consentire l’evacuazione dei civili. Come i piani precedenti che erano stati negoziati dagli Stati Uniti e da Mosca, anche questo stop alle ostilità esclude i gruppi di terroristi.

In caso di successo, il piano sarà la base dei prossimi negoziati tra il regime e l’opposizione sotto l’egida russo-turca nella capitale kazaka Astana. Una parte dei ribelli chiede però di riprendere i negoziati a Ginevra.

Non è ancora chiaro come e dove il piano sia stato concordato, ma di certo sono stati contatti tra la Turchia, la Russia e rappresentanti siriani dell’opposizione con base ad Ankara.

Ankare e Mosca, schierati su fronti opposti nella guerra civile siriana, hanno iniziato a cooperare dopo la riapertura dei canalio diplomatici in estate – interrotti a causa dell’abbattimento di un jet russo da parte turca.

Ankara ha lasciato fare le truppe di Assad ad Aleppo, il che è un segnale di buona volontà. Resta da vedere che fine faranno i curdi in questa partita: sono un nemico di Assad, ma anche di Ankara e rischiano di finire schiacciati. Grandi assenti e più isolati che mai in questa partita restano Stati Uniti ed Europa.

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti