05Gennaio2021 P come Partecipazione – anche nel 2021 continua il percorso di capacity building da remoto in tutta Italia

Condividi

Le formazioni online promosse all’interno del progetto P come Partecipazione stanno proseguendo e caratterizzeranno anche i primi mesi del 2021. P come Partecipazione è il progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Avviso1/2018) con il quale ARCS insieme a tanti partner promuove lo scambio di buone pratiche e la condivisione di metodologie e strumenti per avvicinare l’Italia ai target previsti dall’Agenda 2030. Obiettivo: formare nei territori di 13 regioni e 33 comuni italiani più di 2400 persone, tra operatori di ODV e APS, volontari, rifugiati, educatori, studenti, progettisti ed educatori. Da qualche mese ormai, i percorsi di capacity building ideati dal partenariato per e con i territori, si stanno svolgendo da remoto, in linea con le disposizioni governative.

Tra le ultime formazioni svolte, quella organizzata tra novembre e dicembre insieme ad Arci Liguria e Mapping Change. Un percorso di quattro incontri che ha riscosso un’ottima adesione e che è stato dedicato all’approfondimento della gestione del ciclo di progetto e alla valorizzazione del quadro logico, integrando nel processo di progettazione la “Teoria del Cambiamento” e la valutazione dell’impatto.

Insieme a Comune-Info, il seminario gratuito di quattro appuntamenti on line “Raccontare la società che cambia è iniziato a dicembre e proseguirà fino fine gennaio 2021. Un’occasione per approfondire cosa e come raccontare nel mondo dei movimenti, delle reti territoriali, della democrazia partecipativa, dell’associazionismo, della solidarietà internazionale, dell’economia solidale. I due fili rossi che collegano i temi affrontati dal corso sono territorio e comunicazione: come costruire un modo di comunicare differente per raccontare e raccontarsi all’interno dei territori.

In partenza anche due percorsi formativi organizzati con CEFA-Il seme della Solidarietà e dedicati a operatori e volontari di associazioni che curano le attività di tutela e turismo ambientale in Toscana ed Emilia-Romagna. Formazioni che hanno l’obiettivo di aumentare la conoscenza degli effetti del cambiamento climatico in riferimento alle conseguenze sulla produzione agricola e le possibili tecniche di adattamento e resilienza a partire dall’agricoltura di piccola scala.

Le iscrizioni sono aperte fino ai primi giorni di gennaio e possono essere inviate compilando i seguenti moduli:

Il programma dei due percorsi è consultabile ai seguenti link:

In tempi in cui l’isolamento sociale continua ad essere la normalità, ARCS continua il suo impegno in Italia in progetti di cittadinanza attiva e globale attraverso la riformulazione delle sue attività, impegnandosi per offrire alla propria rete delle forme alternative di incontro, formazione, scambio e partecipazione.

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti